Beyoncé e Jay-Z, in vendita alcuni oggetti della loro casa di Los Angeles (bidet incluso)

Gli arredi di pregio, attualmente disponibili su eBay, sono appartenuti ai cantanti di Crazy in Love per pochi mesi. La coppia di star della musica è una delle più ricche dello showbiz globale

Quando Beyoncé e Jay-Z hanno lasciato l’abitazione californiana occupata per qualche mese nel 2015 non si sono curati di svuotare completamente gli spazi della residenza. Al compito ha provveduto un architetto di Los Angeles, oggi incaricato della ristrutturazione della casa il quale non ha perso l’occasione di rivendere quanto rimasto. Tra le cose appartenute alla coppia, lampadari, porte in legno e un oggetto bizzarro e lussuoso: un bidet con rubinetteria dorata. Il prezzo di partenza dell’asta? Duemila e quattrocento dollari.

BIDET, LAMPADARI E PORTE ALL’ASTA SU EBAY

Con la vendita online di un bidet appartenuto a Beyoncé, a breve un fortunato acquirente potrà vantarsi con i propri ospiti di avere in casa un pezzo unico appartenuto a due delle più grandi celebrità dell’epoca presente. Niente a che vedere, certo, con i Basquiat e le altre opere d’arte possedute dai Carter che, stando alle più recenti classifiche di settore, sono una delle coppie più ricche del mondo, secondi solo a Oprah Winfrey e Stedman Graham, i coniugi Paperoni dello showbiz.

La notizia dell’asta è stata diffusa da TMZ che ha pubblicato le dichiarazioni di Eric di Eric’s Architectural Salvage LA il quale ha raccontato la sua esperienza di ristrutturazione di un’abitazione della città degli angeli dove Queen Bey e suo marito sono stati di passaggio per qualche mese nel 2015.

Sebbene la casa fosse solo in affitto (e per una cifra all’epoca superiore ai duecento mila dollari mensili), le due superstar hanno dotato la residenza di ogni comfort lussuoso. Migliaia di dollari per un bidet ma anche per porte in legno in raffinato stile francese e lampadari, anche questi fotografati e inseriti nel mega catalogo virtuale di eBay.

Nulla di strano, comunque, nell’operazione: gli architetti sono sempre stati interessati al recupero delle forniture e degli arredi durante le ristrutturazioni e oggi la compravendita è più che consigliata per ragioni di sostenibilità ambientale. 

Torna in alto