Bianca Balti una settimana dopo l’operazione al seno, ecco come sta

Dopo la doppia mastectomia per prevenire il rischio di tumore, la modella rivela di sentirsi annoiata  e depressa

Bianca Balti su Instagram aggiorna i follower sulle sue condizioni di salute una settimana dopo l’intervento al seno.

L’8 dicembre la modella si è sottoposta a una doppia mastectomia preventiva in seguito alla diagnosi di mutazione genetica Brca1. “Sono un po’ annoiata e un po’ depressa” confida la modella, ma aggiunge anche: “Il dolore è praticamente inesistente”.

Annoiata e depressa – “Per la serie: update che nessuno mi ha chiesto. Sono annoiata e anche un pochino depressa ma è normale perché sono passati sette giorni dalla mia operazione e io sono una persona molto attiva e indipendente” esordisce Bianca Balti, che si riprende per i social con in testa un vistoso copricapo per nascondere i capelli non esattamente freschi di piega (come specifica lei stessa). “L’idea che non sia neanche finito il periodo in cui dipendo dagli altri o che nemmeno si sia avvicinata la fine di quel periodo mi rattrista un po’. Sono più stanca del solito e trovo proprio difficile riposarmi”, racconta.


Voglia di normalità – “Dal punto di vista medico, il dolore è praticamente inesistente o comunque molto gestibile. Ho ancora i drenaggi, domani vedo la dottoressa e speriamo che me li tolga”, dice Bianca Balti. “Le farò un sacco di domande, ad esempio: quando posso iniziare a guidare? Quando posso iniziare a sollevare pesi? Quando posso iniziare ad allenarmi? Sono proprio così annoiata, anche a livello fisico… Non potendo muovermi troppo il mio corpo si annoia”. Non vede l’ora di tornare alla normalità e di lasciarsi alle spalle questo brutto periodo.

La diagnosi di mutazione genetica Brca1 – A Bianca Balti, 38 anni, era stata diagnosticata la mutazione genetica (Brca) e lei ha deciso di intervenire. “Verrò ricoverata per l’asportazione preventiva del tessuto mammario. Ed ora che non posso più tirarmi indietro, egoisticamente, mi rivolgo a voi. Per sentirmi dire quanto sono coraggiosa, che sto facendo la cosa giusta, che vi sono d’ispirazione. Perché ho perso il sentimento che mi ha portata qua; mi sono smarrita nell’autocommiserazione” aveva detto ai suoi follower prima dell’operazione. 


La rimozione di ovaie e tube – Sempre per prevenire il rischio di tumore, Bianca Balti si era sottoposta in autunno alla rimozione di ovaie e tube. “L’idea di andare in menopausa a 38 anni non è allettante” aveva confidato prima dell’intervento, ma aveva anche fatto sapere di essere determinata nella sua scelta, per non doversene pentire in futuro. E’ ricorsa anche al congelamento degli ovociti per non precludersi la possibilità di diventare mamma di nuovo dopo Matilde (15 anni) e Mia (7). “La mia speranza è di riuscire a congelare 5 ovociti che, insieme agli altri 5 che avevo congelato l’anno scorso, mi darebbero una buona chance di successo di gravidanza in futuro”, aveva detto.

Exit mobile version