Fazio farà belle cose sul Nove

(di Tiziano Rapanà) La notizia è arcinota: Fabio Fazio approda su Discovery. Gran colpaccio per la multinazionale che si assicura un professionista di grande talento. Non mi pare ci sia altro da segnalare. Eppure spunta la neve della polemica che intralcia il traffico dei pensieri. No, non è successo niente di anomalo: è una semplice operazione di telemercato. Una rete ripensa la sua silhouette senza Fazio e un’altra rete stravede legittimamente per il conduttore, che ha fatto tanto e bene per la Rai. Il suo Che tempo che fa è stato un eccellente veicolo di cultura e intelligenza. Fazio farà benissimo anche a Discovery, sul Nove. Non c’è stata alcuna epurazione, è una scelta legittima e che porterà ad un percorso preciso per entrambe le emittenti. Gli ascolti si abbasseranno? Non è detto, non è chiara la composizione dei palinsesti. Gli esperti della tv si accigliano e predicono sventure. Io, che non sono esperto di nulla (nemmeno di me stesso), mi limito ad osservare ed aspettare. Le epurazioni sono altre (e penso ai conduttori di programmi di successo che sono stati ridimensionati e c’è chi è stato costretto a fare l’autore per trasmissioni di reti minori). Fazio farà un altro percorso foriero di tante soddisfazioni. Non mi sono chiare le critiche al ministro delle infrastrutture, Matteo Salvini, che ha commentato la notizia con un tweet ironico. “Belli ciao”, tutto qui, una semplice citazione ad un film di successo interpretato da Pio e Amedeo. Non sembra consentita l’ironia ai funzionari dello Stato, eppure non si intravede l’ombra dell’ostilità. Non c’era sarcasmo, solo semplice – lieve, innocuo – umorismo. Le stesse polemiche sono state riservate al senatore della Lega, Claudio Borghi. Anche lui ha commentato ironicamente con un tweet: “Mannaggia… è andata così”. Vi sembra il caso di imbastire una polemica per un nonnulla? Dov’è l’offesa, la malevolenza? Comunque, viva Fazio e la sua idea di televisione ingegnosa. Spero di rivedere un nuovo bell’esperimento in coppia con Roberto Saviano: i due hanno realizzato momenti di grande divulgazione culturale audiovisiva, da conservare e ricordare.

tiziano.rp@gmail.com

Torna in alto