Nastri d’Argento alle Grandi Serie Tv: migliori attori Luca Argentero e Maria Chiara Giannetta

Otto premi a Rai Fiction, tra cui: crime (I bastardi di Pizzofalcone), dramedy (Doc-Nelle tue mani), teatro che diventa televisione (Sabato, domenica e lunedì), giovani (Bangla – La serie), legal drama (Studio Battaglia)

La seconda edizione dei Nastri d’Argento Grandi Serie premia la Rai “nella varietà e qualità della sua offerta”. Otto i premi che Rai Fiction ha ottenuto da parte della giuria composta da oltre cento giornalisti esperti del settore e chiamati a valutare il meglio della serialità prodotta in Italia nella stagione 2021/2022. A sottolinearlo è una nota di Viale Mazzini. 

Rai Fiction si è assicurata la vittoria nella categoria Miglior Serie Crime con I bastardi di Pizzofalcone”, “un risultato che acquisisce anche maggior peso tenendo conto del fatto che anche tutti gli altri titoli finalisti erano targati Rai: L’ispettore Coliandro, Nero a metà, Rocco Schiavone e Vostro Onore. 

Vittoria e quasi “en plein” nella categoria Dramedy, con quattro titoli Rai nella cinquina finalista. Ad assicurarsi il Nastro d’Argento “Doc – Nelle tue mani”, ma in lizza c’erano altre tre serie Rai: Blanca, Chiamami ancora amore e La compagnia del cigno”. 

Soddisfazione anche per il premio nella categoria Miglior Film TV, Rai Fiction “è risultata vincente con ”Sabato domenica e lunedì” e in gara portava anche l’apprezzata “Crazy for Football – Matti per il calcio”. 

Successo per “Bangla – La serie”, Miglior Serie Commedia, con il giovane attore e regista Phaym Bhuiyan alla sua prima esperienza con la serialità dopo il debutto al cinema.

Premio speciale all’autrice Lisa Nur Sultan e all’intero cast femminile di Studio Battaglia

Sono stati premiati Luca Argentero (Doc – Nelle tue mani) come Miglior Attore protagonista, Maria Chiara Giannetta (Blanca) come Miglior Attrice Protagonista e Eduardo Scarpetta (L’amica geniale) come Miglior Attore non protagonista. 

“I Nastri d’Argento dedicati alla serialità rappresentano un grande riconoscimento del nostro lavoro – commenta la direttrice di Rai Fiction Maria Pia Ammirati – e in questo senso voglio ringraziare i Giornalisti Cinematografici per i giudizi che ci hanno largamente premiato e la presidente Laura Delli Colli per l’entusiasmo appassionato con cui ne guida il Sindacato. Sono otto i premi che riguardano i prodotti di Rai Fiction e ci piace sottolineare come vengano a confermare l’impostazione multigenere della nostra offerta, dal crime (I bastardi di Pizzofalcone), dal dramedy (Doc-Nelle tue mani) al teatro che diventa televisione (Sabato, domenica e lunedì) all’innovazione di linguaggio che punta sul pubblico più giovane (Bangla – La serie) al legal drama (Studio Battaglia). Di questi, tre sono un attestato a una squadra di talenti attoriali che non cessa di rinnovarsi con Luca Argentero, Maria Chiara Giannetta e Eduardo Scarpetta. È un bellissimo e prestigioso riscontro per la stagione che si è appena chiusa e un viatico benaugurante per la nuova”. 

Gli altri premi: Nastro dell’anno a Zerocalcare

“A casa tutti bene – La Serie” di Gabriele Muccino e “Le fate ignoranti” di Ferzan Özpetek sono le migliori tra le Grandi Serie 2022 votate dai Giornalisti Cinematografici Italiani che consegnano il 4 giugno a Napoli in collaborazione con la Film Commission Regione Campania, al Teatro di Corte di Palazzo Reale, i premi ai vincitori della II edizione dei Nastri d’Argento dedicati alla serialità. 

Nastro dell’anno per la serie più innovativa a Zerocalcare per Strappare lungo i bordi

Per Vita da Carlo la più votata tra le serie original, Nastro per Carlo Verdone

Per i diversi generi narrativi i Nastri vanno a I bastardi di Pizzofalcone tra i titoli Crime, Doc – Nelle tue mani tra i Dramedy, Bangla per la Commedia e per i Film tv a Yara Sabato, domenica e lunedì.

Vincono i Nastri per i migliori attori protagonisti Maria Chiara Giannetta (Blanca) e Luca Argentero (Doc – Nelle tue mani) e per i non protagonisti Ambra Angiolini Anna Ferzetti (Le fate ignoranti), Monica Guerritore (Vita da Carlo – Speravo de morì prima), Eduardo Scarpetta (L’amica Geniale – Storia di chi fugge e di chi resta) e Max Tortora (Tutta Colpa di Freud – Vita da Carlo). 

Inoltre, riceveranno i Premi Biraghi – Serie i due esordienti Caterina De Angelis e Antonio Bannò scelti dal Direttivo Sngi, che ha anche assegnato Nastri speciali all’autrice Lisa Nur Sultan e all’intero cast femminile di Studio Battaglia, Barbora BobulovaLunetta SavinoMiriam DalmazioMarina Occhionero e Carla Signoris

Il produttore Domenico Procacci vince come miglior regista esordiente per Una squadra.

Sono state 12 le serie produttivamente più significative e ambiziose dell’anno candidate al premio per la Miglior Serie 2022 e 16 in tutto i titoli che, nei generi più seguiti, hanno conquistato nelle ultime stagioni l’attenzione del grande pubblico

I Giornalisti Cinematografici hanno votato i protagonisti della II edizione fra titoli che hanno trasformato stile e contenuti dello storytelling nonché il mercato audiovisivo e la platea televisiva tradizionale con un nuovo modo di fare cinema firmato anche dai grandi autori. 

Ancora una volta, dopo il successo della I edizione accolta con particolare entusiasmo dall’industria e dal mondo della creatività, il meglio della serialità sarà protagonista della Serata di Gala che si concluderà a Palazzo Reale sul palcoscenico del Teatro di Corte. La selezione dei Giornalisti Cinematografici ha preso in considerazione i titoli della stagione 2021-2022 andati in onda entro il 30 aprile 2022. Altri premi fuori dalla selezione in voto e decisi dal Direttivo Nazionale dei Nastri saranno annunciati il giorno del gran finale di Napoli – sede sempre più vitale di un vero e proprio distretto ideativo e produttivo di alta qualità – dove riceveranno Nastri i protagonisti delle serie, un formato che ha aggiunto nuova linfa al racconto e alla produzione cinematografica.

Tag:, , , , , , , , , , , , , , , , ,