Aquaman 2, il produttore su Amber Heard: “Mandarla via? Non obbediamo a Twitter”

I fan di Johnny Depp, dispiaciuti per l’estromissione dell’attore dalla saga di Animali fantastici, in seguito agli scandali legati alla sua separazione da Amber Heard, avrebbero voluto un contrappasso: anche Amber Heard doveva lasciare il suo ruolo di Mera in Aquaman 2, cioè Aquaman and the Lost Kingdom, in corso di riprese e in uscita nel 2022. Come sappiamo, questo non è avvenuto, il producer del film Peter Safran, nel podcast Deadline Hero Nation, ha fornito una spiegazione di questa resistenza:

Onestamente non credo che reagiremo mai alle pure pressioni dei fan. Devi fare quello che è meglio per il film: per noi, se ci sono James Wan e Jason Momoa, ci deve essere pure Amber Heard. Era questo il punto. Anche se sai cosa succede nel Twitter-verse, questo non significa che devi reagire per forza o prenderlo come oro colato, obbedendo ai desideri. Devi fare quello che è giusto per il film, ed è quello che abbiamo deciso.

Safran, che è producer anche dell’imminente The Suicide Squad: Missione suicida (dal 5 agosto nelle sale), fa un discorso in linea teorica molto condivisibile: in linea pratica tuttavia risponde alla Warner Bros, la stessa major che invece ha accettato le dimissioni “volontarie” di Johnny Depp del ruolo di Grindelwald nel prossimo Animali fantastici 3, in arrivo nel luglio 2022 (Mads Mikkelsen lo ha sostituito). Purtroppo per Depp ha pesato l’aver perso la causa contro The Sun, che l’aveva accusato di violenza domestica. Di Amber Heard non si è detto molto di meglio, ma l’amara verità è che un mondo ideale non prevedrebbe condanne mediatiche o contrappassi, ma darebbe a entrambi la possibilità di continuare a lavorare e a noi la possibilità di scindere la sfera privata da quella pubblica.

comingsoon.it

Tag:, , , , ,