Bravo Bradley Cooper, che alla fine hai scelto (e sei rimasto solo)

Con Lady Gaga era (è) vero amore o stanno recitando? Lui lascerà mai Irina? Ce lo chiedevamo appena qualche mese fa, e almeno una risposta alla fine è arrivata. Ecco perché oggi ci congratuliamo con l’attore, per avere fatto comunque un po’ di chiarezza

Qualche mese fa, subito dopo la notte degli Oscar che (ci) aveva fatto tanto sospirare (la ricordate tutti, vero, quella esibizione cheek to cheek di Shallow al piano?), avevamo «chiesto» a Bradley Cooper di prendere una decisione una volta per tutte.

La fantomatica liason con Lady Gaga, sua co-star in A Star Is Bornci stava facendo sognare, da mesi, e credevamo – è vero – che «a love is born» fosse possibile. Ma non era quello il punto. Da un lato vedevamo infatti Miss Germanotta davvero presa da Bradley (qualche settimana prima, aveva «persino» lasciato il suo fidanzato a un passo dalle nozze), dall’altro, immaginavamo l’allora compagna dell’attore, la modella russa Irina Shayk, comunque molto seccata dall’affair, reale o (molto) presunto che fosse. E le parole distensive di Gaga, affrettatasi – ma nemmeno più di tanto – a definire lui soltanto un «vero amico», un «true friend», non è che smentissero fino in fondo.

Da una parte i bacetti gelidi e le strette di circostanza alla compagna; dall’altra, gli sguardi complici, i sorrisi aperti e gli abbracci sinceri con la popstar, il cui bisogno di precisare «guardate non è come pensate» è subito sembrato un’ammissione di feeling in più (se fosse stata una messinscena, tra l’altro, l’Academy avrebbe dovuti dare a loro gli Oscar come migliori attori!).

Eravamo di quelli che dopo aver visto (tre volte)A star is born, avrebbero voluto che l’amore tra «Jackson» e «Allie» diventasse vero. Abbiamo sognato la favola, ché di set galeotti è piena la storia del cinema, e la sogniamo ancora, anche perché questa estate non è che possa essere ricordata solo per la coppia Benji Mascolo e Bella Thorne. Ci meritiamo di più.

Quando a febbraio Lady Gaga aveva rotto con il suo fidanzato il primo pensiero era stato: «Ecco vedi?». Quando a giugno People ha annunciato «la fine» anche tra Bradley e Irina è partito il countdown per il «ve l’avevamo detto».

Alla faccia di tutti quelli ci accusavano di «fare i gufi» sulle separazioni altrui. Ma non dipende da noi, che volete farci: siamo tutti esseri umani, e ci innamoriamo di chi ci innamoriamo. Tutti vorremmo avere la fortuna di incontrare subito la persona giusta, l’«anima gemella» al primo colpo, e magari lo crediamo. Ma poi il tempo ci tradisce, e solo dopo scopriamo che al mondo ne esiste una «più gemella» dell’altra.

Ma comunque. Che cosa provi realmente Bradley per Gaga non lo sapremo mai, o forse sarà solo il tempo a dirlo (continuiamo a sperarci, ve l’abbiamo detto). Ma apprezziamo il fatto che il bell’attore nel frattempo abbia scelto, che un po’ di chiarezza – fuori e dentro di sé – comunque l’abbia fatta.

Tutti vorremmo avere la fortuna di incontrare subito la persona giusta, l’«anima gemella» al primo colpo, ma magari poi il tempo ci tradisce, e solo dopo scopriamo che al mondo ne esiste una «più gemella» dell’altra  (di R.S.)

Perché anche se chi ha lasciato chi tra lui e/o Irina non è dato saperlo, una rottura c’è stata, Bradley l’ha accettata, incurante delle conseguenze, incurante anche del fatto di dover rimaner da solo (per il momento). Perché come ci insegna anche il cantante Diodato, alla fine è bello pure dire «non ti amo più»

Come quasi tutti i maschi, infatti, Bradley poteva continuare a resistere: per sesso, per sfizio, per comodità. Tanto più che a letto si ritrovava una delle donne più belle del pianeta. Invece no. Alla fine ha preferito andare o lasciarsi andare. E pure se il (fanta)gossip nei suoi confronti impazza – dalla convivenza con Lady Gaga al flirt con Anna Wintour (!) – fino a prova provata, foto rubata o ammissione pubblicata, nella vita di Bradley Cooper un’alternativa (ancora) non c’è, un’altra donna ufficialmente manca.

Rimane solo la figlia, Lea, di cui con Irina ha raggiunto per fortuna subito un accordo per la custodia. E la mamma Gloria, a cui è assai legato, ma da cui speriamo non torni presto a casa con la coda tra le gambe.

Certo: il dispiacere per una (bellissima) famiglia che non c’è più resta, ma siamo ancora più convinti che in alcuni casi sia inutile – e persino dannoso – andare avanti per inerzia, abitudine o facciata. Ché se l’amore non c’è (più), uno non se lo può più dare. Ecco, a noi piace pensare che anche se con Lady Gaga una storia mai ci sarà, lei sia stata per Bradley Cooper (o per Irina…) un detonatore dell’infelicità, la cartina tornasole di una storia che era già finita, e di una vita che oggi ricomincia. E sì, magari proprio con lei. Anche solo per il sottile gusto di dire «noi l’avevamo detto». 

Raffaella Serini, Vanity Fair

Tag:, , , , ,