«Tv scritta a tavolino», Pierluigi Diaco contro Alberico Lemme e Domenica Live

Ultima puntata decisamente complessa per Domenica Live. Dopo la lite tra Barbara D’Urso e Ludwig Koons, ad alzare i toni è il “salotto” su Alberico Lemme. A puntare l’indice contro Barbara D’Urso è la trasmissione è Pierluigi Diaco.
Prima condanna la scena di Lucia Bramieri che alza la maglietta per mostrare la sua pancia piatta dopo interventi medici: “L’esposizione della pancia io l’ho trovata di una volgarità incredibile. Questa è innegabilmente volgarità televisiva”. Poi, attacca gli ospiti: “Siete dei mostri televisivi”. Infine, guardando in camera, si rivolge al pubblico a casa: “Non vi fidate, questa si chiama tv scritta a tavolino. Questa è sceneggiatura televisiva”.
Non una novità le parentesi volgari negli spazi della trasmissione dedicati a Lemme, che spesso, nelle precedenti e numerose puntate cui ha partecipato, ha insultato le donne e non solo. Il siparietto del “testa di donna” si è ripetuto anche stavolta.
“Cosa mi fate se vi insulto? – chiede Lemme alle donne in studio – Cosa? Vi sto insultando: siete teste di donne. E adesso, che fate?”.
Gli insulti poi si fanno personali. Lemme attacca Manuela Villa: “Mi sa che tu un partner non ce l’hai”. E ancora: “Cantante da 4 soldi”.
Barbara D’Urso, anticipando che si tratta di una delle cose più brutte mai passate in televisione, fa andare in onda il video musicale girato da Lemme.
Colpita Manuela Villa: “Ho visto alcuni nomi noti in quel video e mi stupisce. Cosa non si fa per i soldi!”.

Il Mattino

Tag:, , , , , , , , , , ,