Tarantino non ci ripensa: ospite di Bill Maher, gli conferma il ritiro dopo un ultimo film

Quentin Tarantino è stato ospite del programma di Bill Maher per presentare il suo primo romanzo e al conduttore che lo pregava di ripensarci ha ribadito di avere ancora un film e stop.

Tutti noi che amiamo il cinema di Quentin Tarantino ci auguravamo che ripensasse alla decisione di lasciare la regia dopo il decimo film. Tra i suoi appassionati c’è anche Bill Maher, comico, autore, scrittore e conduttore, che lo ha ospitato nel suo show in occasione dell’uscita del romanzo “C’era una volta… a Hollywood” (In Italia dal primo luglio edito da La Nave di Teseo), nato dal suo ultimo e amatissimo film. E proprio dicendogli quanto lo abbia amato, Maher gli chiede ragione della “sciocchezza” per cui ha annunciato il suo ritiro dopo un’ultima regia, visto che è troppo giovane per la pensione ed è al massimo della sua forma artistica..

Ma Tarantino non ci ripensa ed è determinato a concedersi solo un decimo titolo, proprio per questo motivo, perché, sostiene, conosce la storia del cinema e sa che da qui in poi i registi peggiorano. Bill Maher ribatte dicendogli che è assurdo, che non può saperlo e non può giudicare se stesso col metro con cui giudica gli altri, visto che ha solo 58 anni (e di esempi di registi che abbiano fatto film grandiosi dopo questa età ce ne sono eccome!, ndr). Tarantino però risponde dicendo di fare cinema da trent’anni e che è già una lunga carriera, a cui ha dato tutto quello che aveva.

Porta allora l’esempio di Don Siegel e della sua fantastica collaborazione con Clint Eastwood nei film della serie dell’Ispettore Callaghan e dice che se avesse lasciato nel 1979 dopo Fuga da Alcatraz, sarebbe stato un fantastico modo di finire la carriera, invece di continuare a lavoricchiare con un altro paio di film… Maher lo interrompe dicendo che il pubblico nemmeno sa chi sia Siegel, mentre proprio Eastwood “tipo a 110 anni” ha fatto Gran Torino. Prendendo poi ad esempio sé stesso, che ha iniziato nello stesso periodo di Tarantino, Maher sottolinea che più si va avanti, più si è padroni della materia e si migliora. E gli chiede: “se tu facessi Le iene domani, lo faresti allo stesso modo, o lo faresti meglio?”.

Tarantino, visibilmente lusingato e imbarazzato al tempo stesso dal pressing del conduttore, dice di aver considerato come ultimo film proprio un remake de Le Iene: “Ma non lo farò, dico voi su internet, anche se l’ho considerato”. Sotto trovate il video. Intanto non si sa ancora quale sarà la sua ultima regia, ma nell’attesa potremo consolarci immergendoci nella lettura del suo romanzo, che ha preso vita da un film meraviglioso.

comingsoon.it

Tag:Bill Maher, cìera una volta a hollywood, Cineasta, intervista, libro, primo romanzo, quentin tarantino, regista

Exit mobile version