Il silenzio di Chiara Ferragni sui social continua

Chiara Ferragni mantiene il silenzio sui social, ma il Corriere della Sera riporta che questa strategia non riesce a frenare la perdita di follower. Secondo i dati di Crowdtangle, la famosa influencer italiana ha perso circa 300.000 fan dallo scoppio del “pandoro-gate”, passando da 29,8 milioni a 29,5 milioni. La sua media attuale indica una perdita di circa -20.846 follower al giorno.

Repubblica suggerisce che il marito Fedez potrebbe essere profondamente irritato con il suo manager, Fabio Maria Damato, al punto da considerare il suo licenziamento. La ragione dietro questa possibile decisione sembra essere il fatto che Fedez non sarebbe stato informato della donazione di un milione di euro fatta da Chiara a scopi benefici, e addirittura sarebbe stato lui a persuaderla a condividere un video di scuse insieme all’annuncio della donazione.

Le voci sullo stato della coppia indicano che potrebbero essere in procinto di partire per una vacanza natalizia in montagna, nonostante le recenti controversie.

Nel frattempo, il Codacons torna a criticare Fedez, già coinvolto in controversie passate riguardanti la beneficenza di Chiara. L’associazione segnala che il rapper è stato imputato dal tribunale di Roma per calunnia nei confronti dell’associazione stessa, rischiando una pena fino a 6 anni di reclusione. Questa accusa deriva da una “fake news” diffusa da Fedez nel 2020, in cui accusava il Codacons di pubblicare un banner ingannevole riguardante una raccolta fondi sul Coronavirus sul loro sito. Il tribunale ha respinto queste accuse, ritenendo corrette e trasparenti le informazioni fornite dal Codacons. Ora, tuttavia, Fedez dovrà rispondere all’accusa di calunnia, e si aprirà un nuovo processo con la possibilità di una condanna fino a 6 anni di reclusione.

Torna in alto