Nasce la tv dei comuni

Intesa Arionline-YouTg.net per le pubbliche amministrazioni

Siti delle amministrazioni spesso con soli testi e foto, qualche volta con la diretta streaming della seduta del Consiglio. Non proprio al passo con i tempi, dunque. Ma ora si cambia. Nasce la Tv dei Comuni: tecnologia più giornalismo. I primi test sono stati fatti a Sanluri e a Sant’Antioco. Ma presto potrebbe essere il nuovo modo di comunicare delle pubbliche amministrazioni. Si tratta di un contenitore multimediale e multicanale, personalizzabile sulle esigenze di ogni comune.
L’iniziativa unisce Arionline, servizi informativi e YouTg.net, testata giornalistica che opera sul web. “La comunicazione – ha spiegato questa mattina a Cagliari Arnaldo Pontis, direttore tecnico di Arionline e responsabile del progetto – passa attraverso una regia e una cura giornalistica di qualità. Si usano sistemi propri più facilmente controllabili dagli stessi amministratori che garantiscono anche e-democracy”.
Un’esperienza unica in Italia. Qualcosa del genere si è già vista in India e negli Stati Uniti. “Un esperimento interessante – garantisce Federico Pedrocchi, docenti di comunicazione scientifica alla Bicocca – per la prima volta si mettono insieme le esigenze di comunicazione e di relazione con i cittadini da parte delle amministrazioni pubbliche attraverso un sistema di questo tipo”.
Informazione curata da esperti del settore: “É un progetto – ha detto Roberto Casu, direttore editoriale di YouTg.net – che riempie un vuoto di informazione che finora ha penalizzato i comuni, soprattutto quelli medio-piccoli. Un progetto che non resta chiuso nei confini della Sardegna e presto si espanderà in altre regioni italiane. È la seconda rivoluzione digitale e multimediale dopo quella degli anni Novanta, quando la Sardegna si trovò al centro della rivoluzione di internet”.

ANSA

Tag:, , , , , , , , , , , ,