Shakira accusata di frode: a novembre il processo

(di Federica Zito) Non è la prima volta che la popstar Shakira ha problemi con il fisco. L’agenzia delle entrate spagnola l’accusa di frode per ulteriori 6 milioni di euro nel 2018, un’ulteriore causa dopo quella relativa ai 14,5 milioni di euro tra il 2012 e il 2014. Il motivo? sembrerebbe che la cantante abbia ceduto i suoi diritti ad una rete di società che in realtà non esiste, una società quindi fantasma.  

La frode ammonta a 5,3 milioni di evasione dell’ Irpef e altri 700mila euro di mancati versamenti dell’imposta sul patrimonio. Il processo per la prima causa si terrà il 20 novembre a Barcellona e i legali di Shakira hanno replicato prendendo le sue difese: “ha sempre agito nel rispetto della legge e sotto la guida dei migliori esperti del fisco”.

La seconda accusa di evasione fiscale è avvenuta perchè pare che la popstar abbia frodato lo Stato per 6,7 milioni di euro nel 2018, tra cui la mancata dichiarazione di alcuni pagamenti relativi a degli anticipi per il suo El Dorado World Tour. La notizia è arrivata pochi giorni dopo il lancio della nuova canzone in cui si scaglia contro il padre del suo ex compagno Gerard Piqué.

Non deve essere un periodo tranquillo per la cantante, che dopo il tradimento da parte di Gerard Piqué, si trova adesso a dover difendersi dalle accuse di frode. Per ora Shakira ha negato qualsiasi illecito: “Sono fiduciosa di avere prove sufficienti per sostenere la mia causa e che la giustizia prevarrà a mio favore”

zitofederica.redazione@gmail.com

Torna in alto