Alma Tv, “Guida alla spesa” dedicherà 14 puntate all’universo idrico

Sono 14 le puntate che, quest’anno, la trasmissione televisiva “Guida alla spesa”, condotta dal noto volto dell’informazione agroalimentare di Alessandro Di Pietro, dedica all’universo idrico, gestito dai Consorzi di bonifica ed irrigazione in sintonia con le esigenze dell’agricoltura e dell’ambiente. In particolare, questa edizione del programma, in onda ogni giorno alle ore 13.00 sulla frequenza nazionale di Alma Tv (canale 65 del digitale terrestre), analizza il tema delle conseguenze, che i cambiamenti climatici hanno sulle colture e quindi sui consumi alimentari italiani. Ogni puntata è dedicata ad una regione e ad un suo prodotto tipico; a parlarne è un testimonial, mentre tocca al rappresentante dei Consorzi di bonifica locali spiegare come si risponde ai nuovi bisogni idrici, sollecitati alle colture dall’emergenza climatica; infine, la presenza di Anbi inquadra la tematica in scenari più ampi. A completare la “scaletta” di ogni puntata ci sono i collegamenti con i mercati rionali ed i consigli enologici. La prossima puntata è prevista lunedì 27 Dicembre prossimo e sarà dedicata alla Sardegna: si parlerà di carciofi, bottarga, formaggio pecorino e di come i Consorzi di bonifica ed irrigazione rispondono alle mutate condizioni climatiche, che impattano sulle produzioni d’eccellenza. “Con queste trasmissioni- commenta Francesco Vincenzi, Presidente dell’Associazione Nazionale dei Consorzi per la Gestione e la Tutela del Territorio e delle Acque Irrigue (Anbi)- vogliamo declinare concretamente, nella vita quotidiana degli italiani, il principio, che costantemente affermiamo: non può esserci agricoltura, soprattutto di qualità, senza la disponibilità d’acqua, garantita dall’attività dei Consorzi di bonifica ed irrigazione”.Con il cambio di stagione è invece in rete on-line, sul sito di Anbi (www.ambientidiacqua.it), il nuovo numero di “Ambienti d’Acqua”, web magazine, dedicato questa volta al progetto di trasformare la rete idraulica del Paese (oltre 200.000 chilometri) in un significativo asset di sviluppo economico attraverso il cicloturismo, il cui volume d’affari è già oggi quotato verso i 5 miliardi di euro. Ad illustrare il progetto sono gli interventi di Italo Meloni, Direttore del Centro Interuniversitario Ricerche Economiche e Mobilità C.I.R.E.M.) dell’Ateneo di Cagliari; Paolo Mellano e Riccardo Palma, Docenti al Dipartimento Architettura e Design dell’Università di Torino; Giorgio Ceccarelli, Vicecoordinatore Nordovest Federazione Italiana Ambiente e Bicicletta (F.I.A.B.), Francesco Vincenzi, Presidente di Anbi. Il numero di “Ambienti d’Acqua” è completato da alcune significative iniziative realizzate da Consorzi di bonifica per la valorizzazione dei patrimoni idrici locali. “In questo modo- conclude Massimo Gargano, Direttore Generale di Anbi- testimoniamo il nostro costante impegno a costruire tasselli di un nuovo modello di sviluppo, che abbia al centro il territorio, le sue comunità e le eccellenze, che lo fanno ammirato nel mondo”. 

Torna in alto