Marco D’Amore e la vita dopo Gomorra: “Volevo una svolta per la mia carriera”

 

C’è aria di cambiamenti per Marco D’amore, attore napoletano conosciuto ai più per essere stato Ciro l’Immortale in Gomorra. In una recente intervista che ha rilasciato al “Corriere”, Marco D’amore si rivela tra passato e presente della sua carriera d’attore. Dopo Gomorra è già pronto per una nuova interpretazione, questa volta però al cinema non in tv. “Ho deciso di lasciare Ciro sul fondo del Golfo di Napoli perché ho bisogno di voltare pagina” afferma D’amore, “resterò comunque molto legato al personaggio che per tre anni mi ha regalato molte soddisfazioni.” L’imminente stagione 4 di Gomorra, infatti, sarà la prima senza l’Immortale Ciro che è stato ucciso nell’ultimo episodio della serie, andato in onda un anno fa su Sky. L’attore resta comunque coinvolto all’interno della macchina produttiva della serie. Sarà regista dei nuovi episodi, tutt’ora in fase di realizzazione, e sarà coinvolto si crede anche nello spin-off dedicato alle origini di Ciro. E sul suo futuro afferma: “In Drive Me home sarò un camionista gay con i capelli a caschetto. Il film verrà presentato al Torino Film Festival” racconta. “È un ruolo molto diverso, lontano da quello che ho fatto fino ad ora, ho praticato molta violenza su me stesso per cercare di entrare nella parte. Sentivo però di dover realizzare un qualcosa di diverso, una svolta per la mia carriera” afferma. “In America amano molto Gomorra. So che Ridley Scott è un grande fan “ continua, “Mi hanno anche proposto molti ruoli ma ho rifiutato.” E poi: “Gomorra 4 tornerà in primavera e abbiamo girato tra Londra, Bologna e Napoli. Sarà una stagione molto forte” conclude.

Carlo Lanna, Il Giornale.it

Exit mobile version