LE CANZONETTE DI BONOLIS CONTRO MADAMA BUTTERFLY

paolo bonolisPaolo Bonolis si dà alla musica. Titolo del programma: Your Song. Due serate il 7 e 8 dicembre su Canale5. Una specie di festival, con tanti cantanti e l’elezione della canzone del secolo col televoto e una giuria. La location dello spettacolo sarà il celebre studio 5 di Cinecittà, dove è stata girata anche La mia nemica amatissima, su Rai1 (con Heather Parisi e Lorella Cuccarini, in onda a metà dicembre). Nella prima serata il trionfo è assicurato. La Rai manderà in onda Madama Butterfly, che aprirà la stagione della Scala, indubbiamente un grande evento anche culturale ma si sa che la lirica in tv fatica a far breccia.

Giampaolo Morelli e il suo Fan Caraoke (ospiti Lorenzo Fragola, Francesca Michelin, Gigi D’Alessio, Max Gazzè e Giulia Valentina) rinviati a dicembre. La paura del flop (dopo Dieci Cose su Rai1) fa novanta perciò a seguito dello spostamento della collocazione oraria di Braccialetti Rossi (Rai1), che dopo l’esordio (7,9% di share, 1,5 milioni di telespettatori) è stato posticipato di un’ora, è arrivata la decisione di rinviare (pure se è già andata in onda la puntata del debutto) il programma di canzoni e varietà in automobile. Sarebbe andato in onda troppo tardi e con probabili ascolti al lumicino.

Barbara De Rossi dalla Rai a Mediaset. Daria Bignardi, direttora di Rai3, l’ha sostituita con Asia Argento (che debutterà il 4 novembre) alla conduzione di Amore Criminale e lei trasloca a Rete4 dove da dicembre presenterà il Terzo Indizio, sempre una trasmissione «dentro» ai processi. Chiosa Mauro Crippa, direttore generale dell’informazione Mediaset: «Barbara è una donna impegnata e sensibile, capace di raccontare senza morbosità le storie tragiche di altre donne vittime di orrendi crimini». La vedremo alla prova.

Nicola Porro, conduttore di Matrix e vicedirettore del Giornale, non nasconde le sue simpatie per il centrodestra. Su Silvio Berlusconi afferma: «La rivoluzione liberale non c’è stata, questo è evidente. Ma quanto meno Berlusconi ha messo un argine in un preciso momento storico nel quale avrebbe potuto prevalere un’idea più socialista dello Stato». Però va bene anche Stefano Parisi: «Lo conosco da tempi non sospetti, da quando lavorava in Confindustria, e ho sempre pensato che avesse un forte tratto liberale».

Valeria Marini è un fuoco d’artificio di polemiche al Grande Fratello Vip (Canale5) e quindi non delude chi l’ha scritturata a peso (quasi) d’oro. L’ultima diatriba è con Loredana Bertè, che afferma: «Valeria dice a un’altra concorrente che porta sfiga e questo è vergognoso. Essere scaramantici è da Medio Evo e può portare conseguenze terribili per chi viene tacciato di iella, soprattutto nel mondo dello spettacolo».

Antonella Clerici e Stefania Sandrelli chiamate in aiuto, ma nessun guizzo per Dieci Cose (Rai1), il programma ideato da Walter Veltroni. Si è fermato all’11% di share, asfaltato da Maria De Filippi col suo Tu sì que vales, che ha registrato il 22% (4,4 milioni). A nulla è servito il gioco di squadra con le promozione da parte di Amadeus, Fabrizio Frizzi, Cristina Parodi, Marco Liorni e Carlo Conti. Il programma condotto da Flavio Insinna e Federico Russo non decolla. Guai per la Rai anche nel day time con Paola Perego (Parliamone sabato, Rai1, 10,6% di share) surclassata da Silvia Toffanin (Verissimo, Canale5, 21,7%). L’emittente pubblica si consola con la fiction dei Medici (Rai1, 30% di share). Mentre nella giornata festiva la partita è aperta, finora Barbara D’Urso conduce col 15,6% (DomenicaLive, Canale5) davanti a Pippo Baudo (Domenica In, 10,8%) ma siamo solo agli inizi. Da registrare le tensioni tra Baudo e Massimo Giletti, il quale avendo sforato il suo tempo con un’intervista a Giorgia Meloni, s’è sentito redarguire e ha risposto per le rime: «Lui sforava e si lamenta di chi sfora, deve avere un attimo di calma». Il fatto è che non sembra esserci love story tra la Rai e Giletti, che dice: «Che cosa deve ancora dimostrare un professionista di 54 anni, che conduce da anni un talk che tutte le domeniche fa 4 milioni di telespettatori e il 22% di share? Uno che qualsiasi cosa ha fatto, ringraziando Dio, ha sempre portato il risultato a casa? Evidentemente in Rai non mi amano in molti».

Lilly Gruber (Otto e mezzo, La7), Milena Gabanelli (Report, Rai3), Bianca Berlinguer (ex direttora del Tg3), Lucia Annunziata (In mezz’ora, Rai3), Sara Varetto (direttora Sky Tg24) e Myrta Merlino (L’aria che tira, La7): sono le giornaliste televisive più influenti secondo il Power Index dell’istituto di sondaggi Piepoli.

Marzio Honorato festeggia i 20 anni di Un posto al sole (Rai3), la soap italiana più di successo, di cui è protagonista. Tante candeline ma un cruccio: avrebbe voluto festeggiare con un’ospitata nel programma di punta di Rai3, Che tempo che fa, ma Fabio Fazio non ha voluto. Dice Honorato: «Un po’ più di attenzione da parte della Rai ci vorrebbe. Per quanto riguarda Fazio, lui è padrone di decidere i suoi ospiti, probabilmente non crede che possiamo essere funzionali al suo programma. C’è una grande snobberia».

Mara Venier (ex Rai1 ora opinionista a Mediaset) e il suo compleanno di lavoro. Party in casa con cento ospiti per festeggiare i 66 anni. Ma prima brindisi in uno store di piazza della Scala, a Milano, per promozionare una collezione autunno-inverno disegnata per il gruppo Miroglio e ribattezzata Mara Venier per Luisa Viola. La zia d’Italia, così è soprannominata, si è scoperta anche stilista.

Fabrizio Binacchi, ex Linea Verde (Rai1), ora direttore della sede Rai di Bologna, è tra i tutor del «biennio di formazione per futuri giornalisti professionisti» messo in piedi dall’università di Bologna e dall’Ordine dei giornalisti. Non male in un periodo di forte disoccupazione del settore e di crisi dell’editoria. Chi paga?

Bibi Ballandi, potente produttore tv, il suo ultimo programma è quello di Roberto Bolle su Rai1, prende le distanze dai talent: «Sono sempre in onda ma appaiono un po’ in ombra e fanno parlare più per i personaggi che sono in giuria che per i talenti coinvolti. Riuscite a ricordare, ad esempio, chi sono i vincitori delle ultime edizioni di X Factor, Amici e The Voice?».

Francesca Faldini e Giovanni Caccamo saranno i conduttori della nuova edizione dello Zecchino d’oro, quattro sabati dalle 16,45 su Rai1 (si incomincia il 19 novembre). Si stanno scegliendo gli ospiti, in grado di accomunare grandi e piccoli. I frati dell’Antoniano, che organizzano l’evento all’interno del proprio teatro, hanno vagliato le canzoni. Tutto è quasi pronto per questa Sanremo dei bambini.

Costantino della Gherardesca (Pechino Express 5, Rai2) propone la sua idea sulla tv, di cui per altro è diventato uno dei protagonisti: «La tv è come l’arte contemporanea. O sei davvero informato o sbrachi». Quanto a Pechino Express: «Abbiamo successo perché non sottovalutiamo il pubblico». Ma con l’8% di share e 1,8 milioni di telespettatori c’è chi dubita sia davvero un successo.

Enrico Lucci forse ha fatto male a lasciare Le Iene (Italia1) per Nemo, il programma di Rai2 che conduce insieme a Valentina Petrini. Neppure l’ospitata di Rosita Celentano è riuscita a dare una scossa. Dopo due puntate il programma su cui puntava la direttora di rete, Ilaria Dallatana, orgogliosa di avere strappato Lucci alla concorrenza, è già a rischio chiusura per via di quel 3% di share che è davvero miserrimo.

Giorgio Ponziano, ItaliaOggi

Tag:, , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,