Coronavirus, l’appello di Elisabetta Canalis: “Aiutiamo gli ospedali sardi”

La showgirl ha lanciato da Los Angeles una raccolta fondi per le strutture sanitarie della sua regione

Nella schiera dei personaggi dello spettacolo che si stanno prodigando per raccogliere fondi utili a fronteggiare l’emergenza sanitaria in corso, c’è anche Elisabetta Canalis che da Los Angeles, città in cui vive da anni con il marito e la figlia, via social ha lanciato un appello che in pochi giorni ha ottenuto ottimi risultati.

Oltre 263mila euro è stata la cifra raccolta in pochi giorni dopo che la showgirl ha invitato tutti a destinare le proprie donazioni agli ospedali sardi: “Tutti questi soldi che avete e abbiamo donato verranno utilizzati per comprare tutto quello di cui gli ospedali sardi hanno bisogno”, ha assicurato Elisabetta, nata a Sassari 41 anni fa.

“In Sardegna abbiamo avuto tantissimi contagi da chi ha le seconde case, soprattutto lombardi”, aveva spiegato la Canalis, “La nostra regione non è ricchissima, io ho il racconto diretto di mio fratello che è medico e di una carissima amica che fa l’infermiera. Mancano le mascherine e tante attrezzature… c’è bisogno di tutto… continuate a donare perché c’è tanto, tanto bisogno”.

A lanciare con lei la raccolta fondi, altri sardi come Melissa Satta, Geppy Cucciari, Filippo Tortu e i giocatori della Dinamo Basket attraverso la Fondazione Banco di Sardegna. In palio per due tra i donatori c’è una videochiamata con uno dei testimonial di questa campagna. “Se davvero volete bene alla Sardegna dimostratelo in questo momento”, l’invito della showgirl.

Today

Tag:, , , , , ,