Belen torna con Colorado. Mara Venier sotto attacco

Belen Rodriguez tornerà il 3 aprile su Italia1 con la nuova serie di Colorado, condotto in coppia con Paolo Ruffini (la precedente edizione era terminata a maggio 2019). La prima puntata è già stata registrata negli studi di Cologno Monzese. Belen cercherà di ripetere il successo di Tù sì que vales (Canale5). Niente di fatto per Ilary Blasi, che aveva firmato il contratto per condurre l’Isola dei famosi ma Mediaset ha improvvisamente deciso di non produrre, almeno per ora, il reality. Se ne parlerà forse il prossimo anno. La Blasi si ritrova così momentaneamente disoccupata. Tra l’altro aveva rinunciato alla conduzione del Summer Festival (ceduto ad Alessia Marcuzzi) proprio per l’impegno dell’Isola (che non c’è…).

Bianca Guaccero si consola del mezzo flop di Una storia da cantare (condotto assieme a Enrico Ruggeri su Rai1) aggiungendo al quotidiano appuntamento feriale di Detto fatto (nel pomeriggio di Rai2) un’appendice il sabato mattina: Casa Detto Fatto, alle 11,15. Una mini promozione che rincuora la conduttrice. Rispetto al programma quotidiano vi saranno Jonathan Kashanian (ex Isola dei famosi, Canale5) che commenterà i fatti e i gossip della settimana, Mauro Perfetti che proporrà l’oroscopo e una serie di chef ai fornelli. Dal 7 marzo.

Marco Giallini è sul set della quarta stagione del burbero vicequestore Rocco Schiavone. È dal 2016 che le sue vicende investigative sono proposte da Rai2, quest’ultima serie è prevista in onda in autunno. L’autore dei romanzi da cui la fiction è tratta, Antonio Manzini, è in libreria con una nuova avventura, Ah l’amore l’amore: Schiavone è ricoverato in ospedale e scopre un delitto camuffato da malasanità.

Fabrizio Salini, a.d. Rai, è stato costretto a rinviare al 5 marzo le nomine dei direttori dei Tg. Non per il Coronavirus ma per i bisticci tra i partiti. Sarà la volta buona? Intanto il neo direttore di Rai1, Stefano Coletta, ha chiamato da Rai3 il suo braccio destro Giovanni Aversa.

Fabio Chiucconi e Luciano Ghelfi, giornalisti del Tg2 e membri del comitato di redazione, contestano l’Agenzia garante per le comunicazioni per la censura comminata alla Rai in seguito al mancato rispetto, secondo Agcom, della par condicio (anche) nel Tg2. «Siamo rimasti profondamente sorpresi nel leggere le motivazioni del provvedimento dell’Agenzia nei confronti della Rai. Ci sembra che costituisca un precedente di estrema pericolosità dal momento che dimostra una volontà di entrare nel merito delle singole scelte editoriali delle redazioni, limitandone la libertà di espressione garantita dalla Costituzione». Il terzo membro del comitato di redazione, Lorenzo Santorelli, ha votato contro il documento.

Vincenzo Mollica: festa a sorpresa ieri a Saxa Rubra per il giornalista del Tg1 che lascia la Rai. Tanti presenti, con affetto intergenerazionale e intere testate tg. Forse realizzerà qualche speciale per Rai1.

Rita Dalla Chiesa (Italia Sì, Rai1) prende posizione sul Coronavirus ed è polemica: «Io capisco il diritto alla privacy. Ma se tengono nascosti i nomi delle persone “sospette”, il contagio si allarga come un cerchio nell’acqua… Chi è entrato in contatto con i ricoverati, ha il diritto di saperlo, per potersi far controllare». Al contrario, la protezione civile ha raccomandato silenzio sui nomi e sobrietà.

Mara Venier sotto gli strali sindacali. Infatti esiste pure il sindacato degli organizzatori e ispettori di produzione della Rai, che se la prende con la conduttrice di DomenicaIn, accusata di autoritarismo: «La misura è colma», sostiene la nota sindacale. «L’aggressione verbale – offese personali, insulti irriferibili e minacce – immotivata e demenziale perpetrata nei confronti di un nostro collega nello svolgimento delle sue normali funzioni professionali durante la trasmissione è solo l’ultimo episodio increscioso di una lunga sequenza che impatta negativamente sull’intera categoria degli ispettori di produzione». Che la gestione dello studio televisivo non sia facile lo conferma il fatto che la Venier ha raccontato di essersi innervosita, fino ad accusare un malore nel corso della trasmissione a causa della confusione che ci sarebbe stata all’interno dello studio. Siccome Mara tiene famiglia, il marito Nicola Carraro è sceso nella mischia: «Un programma di grande successo dà spesso fastidio, io voglio stare con tutti voi, vicino a mia moglie poi il prossimo anno prenderemo le nostre decisioni».

Wanda Nara, opinionista al Grande Fratello Vip, esclude un suo futuro ruolo come concorrente nel programma. Il motivo? «Una volta in quella casa, vorrei fare l’amore». E ovviamente il marito Mauro Icardi non la prenderebbe bene.

Maria De Filippi in fuga ed Enrico Ruggeri e Bianca Guaccero vedono i sorci neri: C’è posta per te (Canale5) ha trionfato nel sabato sera (5,2 milioni, 28,5%) e ha più che doppiato Una storia da cantare (Rai1) ferma a 2,6 milioni (13,7%), davvero imbarazzante per la rete ammiraglia in una serata televisiva tanto importante. Intanto continua la via Crucis degli ascolti del Grande Fratello Vip (Canale5), la cura di Alfonso Signorini ha finora funzionato poco. Venerdì sera (con 3,1 milioni, 18,5%) è stato superato da Carlo Conti alla guida de La Corrida su Rai1 (4,2 milioni, 19,7%). Mentre lunedì sera è stato ugualmente sorpassato dalla fiction di Elena Ferrante, L’amica geniale (Rai1): 6,3 milioni (26,3%) contro 3,4 milioni (18,2%). Il reality è comunque stato prolungato per tutto aprile per ammortizzare i costi. Infine la gara della domenica: Luisa Ranieri, protagonista della seconda serie de La Vita promessa (Rai1) con 4,5 milioni (19,2%) ha superato Live-Non è la D’Urso (Canale5) a quota 3,3 milioni (12,3%). Il Coronavirus e le relative ospitate hanno premiato Fabio Fazio: Che tempo che fa (Rai2) è arrivato a quasi 2,7 milioni (10,6%).

Federica Sciarelli si conferma una colonna di Rai3, con i dovuti distinguo è la Maria De Filippi della terza rete. Nell’ultima puntata di Chi l’ha visto ha gareggiato alla pari coi canali più blasonati. Se infatti il film su Ra1 (C’est la vie) ha totalizzato 2,399 milioni e il quiz di Canale5, Chi vuol essere milionario, 2,251 milioni, la Sciarelli ha conquistato 2,227 milioni di telespettatori superando addirittura l’ultrapromozionata fiction di Rai2, Il Cacciatore, ferma a 1,796 milioni. Chi l’ha visto in versione Sciarelli è il programma più visto di Rai3.

François Ribeiro, capo di Eurosport Events, annuncia l’ingresso dell’emittente nelle gare per le auto elettriche, con l’organizzazione del primo mondiale del settore e la trasmissione degli eventi in diretta. «Saranno», dice, «corse “elettrizzanti” capaci di entusiasmare gli appassionati di motori e offrire alle case automobilistiche una vetrina perfetta per il nuovo mercato della mobilità elettrica». I primi assaggi saranno a luglio poi nel 2021 si svolgerà il vero e proprio campionato composto da otto gare. Intanto Sky Sport sta già scaldando i motori per la Formula1, sperando che la Ferrari non continui a deludere. Il 15 marzo è previsto il primo Gran Premio, in Australia. Come aperitivo, da oggi al 28 febbraio, l’emittente seguirà anche i test di prova pre-stagione a Barcellona. Confermata la squadra dei commentatori: Fabio Tavelli, Leo Turrini, Matteo Bobbi, Mario Miyakawa, Luigi Mazzola e Davide Valsecchi.

Pierpaolo Sileri, viceministro della salute, uno e trino. Appare ospite di Massimo Gramellini a Le parole della settimana (Rai3), ma nello stesso momento lo si può vedere negli studi di Stasera Italia (Rete4) intervistato da Barbara Palombelli. Gli appassionati dello zapping sono sobbalzati sulla sedia. Telecomando impazzito? No, Sileri a reti unificate.

Angely Gaviria è la protagonista anche della seconda stagione di Strega per sempre, da oggi su Netflix. Lei è una strega di 19 anni che rischia di essere messa al rogo per essersi innamorata di un uomo apparentemente criminale. FoxLife risponde con la quinta stagione di Outlander, ricavata dal quinto libro dei romanzi di Diana Gabaldon, si tratta di 12 episodi, dal 6 marzo. La trama è incentrata sulla lotta tra il governo della Carolina del Nord e il pericoloso movimento dei Regolatori. Infine Premium Store (canale 122 di Sky) annuncia dal 7 marzo la settima serie di Mom, che continua a narrare le peripezie di una giovane madre single di nome Christy (interpretata da Anna Faris) che tenta di dare una svolta alla sua vita lasciandosi alle spalle alcol e droghe.

Giorgio Ponziano, ItaliaOggi

Tag:belen, bianca guaccero, enrico ruggeri, ilary blasi

Exit mobile version