“Fast and Furious” diventa un cartone animato per Netflix

Firmato l’accordo tra la piattaforma di streaming e DreamWorks Animation per una serie a cartoon basata sul fenomeno globale da oltre 5 miliardi di dollari

«Fast and Furious», la saga cinematografica basata sulle corse e sulle battaglie d’auto che ha incassato al box office mondiale 5 miliardi di dollari (in arrivo al cinema con l’ottavo, il nono e il decimo capitolo rispettivamente a luglio 2019, aprile 2020 e aprile 2021), diventerà un cartoon a puntate. La serie animata racconterà le avventure del giovane Tony Toretto e di suo cugino Dom, reclutati da un’agenzia governativa per infiltrarsi in una corsa di automobili. In realtà la gara serve come copertura per un’organizzazione criminale che mira alla conquista del mondo.

La serie di «Fast and Furious» fa parte di un accordo con Netflix che nei prossimi anni espanderà la collaborazione con DreamWorks, includendo sia nuove serie originali che serie tratte dai franchise più famosi della Universal (di cui ora DreamWorks fa parte). Negli ultimi anni le due aziende hanno realizzato insieme 14 serie animate per la tv, da «Trollhunters» di Guillermo del Toro a «Spirit Riding Free», fino alla recente «Baby Boss: di nuovo in affari»

Nel corso del 2018 sono tantissimi i progetti DreamWorks già annunciati: la serie tratta da «Capitan Mutanda», il remake di« She-Ra, la principessa guerriera» diretto da Noelle Stevenson, autrice nota soprattutto per la graphic novel «Nimona», il cartoon originale «Harvey Street Kids», con protagonista un trio di migliori amiche, Audrey, Lotta e Dot, e i due spin off di «Trollhunters», «Wizards» e «3 Below», che comporranno la trilogia delle storie di Arcadia.

Laura Zangarini, Corriere della Sera

Exit mobile version