È morto Fritz Wepper, l’indimenticabile assistente dell’ispettore Derrick

Fritz Wepper, l’attore tedesco noto per il ruolo di Harry Klein, l’affezionato assistente dell’ispettore Derrick nell’omonima serie televisiva, è deceduto all’età di 82 anni in una casa di riposo in Baviera, a causa delle complicanze legate a un tumore. La triste notizia è stata annunciata dalla compagna, la regista Susanne Kellermann, e confermata anche dalla testata tedesca Bild.

Nato a Monaco di Baviera il 17 agosto 1941, Fritz Wepper iniziò la sua carriera artistica fin da giovane, esordendo all’età di nove anni nella radio Bayerischer Rundfunk e debuttando a teatro nel 1952 con Peter Pan. Nel corso degli anni ha recitato in diversi film, tra cui “Il ponte” di Bernhard Wicki e “L’ultimo treno da Vienna” di Arthur Hiller.

Tuttavia, è stato il ruolo di Harry Klein nella serie televisiva “L’ispettore Derrick”, affiancando l’indimenticabile protagonista Stephan Derrick, a conferirgli il vero successo. Wepper ha interpretato questo ruolo dal 1974 al 1998, diventando un’icona della televisione tedesca. In seguito, il ruolo di Harry Klein è stato assunto dal suo fratello minore, Elmar Wepper.

Oltre alla televisione, Fritz Wepper ha avuto una significativa carriera cinematografica, come dimostra la sua partecipazione al film “Cabaret” del 1972, accanto a Liza Minnelli, che ha vinto otto premi Oscar.

In Italia, è stato noto anche per la sua interpretazione del sindaco Wolfgang Wöller nella serie televisiva “Un ciclone in convento”, andata in onda su Rai 1 dal 2002 fino al 2021, e per il ruolo del dottor Wendelin Winter nella serie “Omicidi nell’alta società”, in cui ha recitato insieme alla figlia, l’attrice Sophie Wepper.

La sua perdita lascia un vuoto nel mondo dello spettacolo, ma il suo ricordo e il suo contributo alla cultura cinematografica e televisiva resteranno indelebili.

Scroll to Top