Barra delle Notizie

Cesare Cremonini farà uscire un duetto virtuale con Lucio Dalla

Il cantautore bolognese ha deciso di far uscire il 29 settembre la sua particolare collaborazione con il concittadino e idolo Lucio Dalla. Il duetto con l’avatar del cantante era già stato proposto durante i live negli stadi di Cremonini

Stella di mare è uno dei pezzi più delicati di Lucio Dalla. Si tratta di una poesia d’amore per una persona che si trova a fianco al cantante, nel cuore della notte, ma è destinata a volare via da un momento all’altro con lo scomparire delle tenebre. C’è ma non c’è. È un meraviglioso sogno, un fantastico abbaglio forse. Per questo Stella di mare è probabilmente il brano perfetto per venire cantato insieme da Cesare Cremonini e l’avatar del grande Lucio Dalla. Una collaborazione virtuale che potremmo ascoltare tra qualche giorno finalmente su ogni piattaforma, concretizzando a pieno un incontro artistico che non solo Cremonini desiderava da tempo.

STELLA VIRTUALE

La collaborazione che sembrava impossibile è stata definita dall’ex frontman dei Lunapop: “Un regalo per tutto il pubblico e anche per chi come me crede che la grande eredità lasciata dai maestri della canzone sia indispensabile per chi ne inventa di nuove in questo tempo”. Cesare Cremonini è un po’ il continuatore di quella grande scuola bolognese e a certificarlo non sono solo i dischi venduti o la scelta di far diventare parole delle sue canzoni luminarie di Natale (onore toccato l’anno prima tra l’altro proprio a Dalla). A garantire il diritto del cantante a poter essere affiancato ai grandi nomi della musica della sua città è soprattutto quell’attenzione alla maniera di esprimersi, quella naturale dolcezza che sembra creare un legame diretto tra artisti concittadini ma con una storia diversa come Lucio Dalla e Cesare Cremonini. Ha raccontato quest’ultimo che l’idea di un incontro generazionale era stato più volte caldeggiato da entrambi: “Ci eravamo a lungo promessi di unire le nostre voci in una canzone e oggi, a quasi ottant’anni dalla sua nascita, il mio sogno si avvera”.

LA SERA DEI MIRACOLI

Il duetto non è una totale novità, almeno per chi ha seguito Cremonini nella sua ultima tournée negli stadi. Anche durante l’apprezzatissimo concerto a San Siro  la voce di Lucio Dalla si era amalgamata con la sua in una cover “a distanza” dal grande impatto emotivo. In quell’occasione Cesare Cremonini aveva ammonito: “Non chiamatelo omaggio, il mio è un duetto grazie al quale porto Lucio dove meritava”. Oggi è lo stesso cantante a spiegare come quell’esperienza sia stata propedeutica per arrivare a creare davvero una nuova credibile reinterpretazione di Stella di mare: “É stata così coinvolgente da farmi pensare immediatamente a un vero e proprio progetto artistico”.  Un’idea che è stata poi raccolta con entusiasmo anche dai parenti del grande Lucio, come suo cugino Daniele Caracchi, presidente di PressingLine: “Quando Cesare mi ha raccontato che avrebbe desiderato cantare Stella di mare all’interno del suo tour negli stadi italiani e che avrebbe voluto farlo con Lucio è stata una sorpresa e un’emozione indescrivibile. Avere la possibilità di rivedere e riascoltare la voce di Lucio davanti a migliaia di persone  è stato come restituirci l’illusione che lui potesse ancora cantare sul palco”. Un’illusione che è stata possibile grazie all’utilizzo dei master originali del 1979 oltre che all’aiuto del produttore e musicista Alessandro Magnanini, che ha riarrangiato con Cremonini il brano in studio. Stella di mare è pronta a tornare in una inedita veste “condivisa” il 29 settembre e sarà inserita anche all’interno dell’album Cremonini Live: Stadi 2022 + Imola in uscita il 28 ottobre. Il sogno di Cesare Cremonini si è realizzato. Di sicuro, da qualche stella lassù, anche Lucio Dalla ne è contento.


Tag:, , , ,