Linkin Park, dopo la morte di Chester Bennington il gruppo annulla il tour

La notizia era nell’aria e ora è diventata ufficiale: dopo la scomparsa del loro frontman Chester Bennington, morto suicida due giorni fa, i Linkin Park non andranno in tour. Con una nota, Live Nation, società promotrice della serie di concerti che avrebbe portato la rock band statunitense in giro per il Nord America a partire da giovedì prossimo, ha infatti annunciato la cancellazione della tournée. “Siamo molto tristi per la morte di Chester Bennington”, si legge nel comunicato. “Il One More Light Tour è stato annullato e i rimborsi dei biglietti sono disponibili nei punti vendita dove gli stessi tagliandi sono stati acquistati”. In attesa di una comunicazione ufficiale dei Linkin Park, che non hanno ancora commentato l’addio del loro amico e collega, intanto, il coroner di Los Angeles ha confermato la causa del decesso di Bennington: il tormentato cantante si è suicidato impiccandosi alla porta della sua camera da letto. Accanto al suo cadavere, non è stato rinvenuto alcun messaggio ma solo una bottiglia mezza vuota di un alcolico. La polizia ha poi aggiunto che nella stanza non erano presenti tracce di droga.

Il Messaggero

Tag:, , , , ,