Il Tg2 cambia casa dopo 12 anni, nuovo studio e nuova sigla

Il Tg2 cambia casa dopo 12 anni, con un nuovo studio e una nuova sigla.

L’inaugurazione questo pomeriggio a Saxa Rubra con l’amministratore delegato Rai Roberto Sergio, i consiglieri Simona Agnes e Alessandro Di Majo e il direttore della testata Antonio Preziosi, oltre a diversi colleghi alla guida delle altre testate della tv pubblica. La presidente Marinella Soldi ha, invece, inviato un messaggio di auguri. Un progetto tutto interno, a cura di Direzione Produzione Tv – Centro Produzione Tv di Roma, per innovare nel solco della tradizione. “La persona al centro dell’informazione. È questa l’idea che ha ispirato il nuovo studio del Tg2 – ha affermato Preziosi -. È un impegno che viene dalla nostra storia e ci proietta verso il futuro. Per questo la nuova sigla contiene una citazione del passato. Quel “2” che si compone in vari colori ci ricorda da dove veniamo e ci spinge a rinnovare l’impegno di serietà e di credibilità verso chi ci ascolta anche in futuro”.
“Il fatto di aver utilizzato professionalità Rai per la progettazione dello studio e anche per la sigla non può che renderci orgogliosi – ha detto Sergio – e si inserisce nel quadro del nuovo piano industriale che ha al centro proprio l’innovazione, la trasformazione in digital media company e la valorizzazione delle nostre eccellenti maestranze. Questa inaugurazione è motivo di grande orgoglio e sono certo che i risultati premieranno questa scelta”.
La scenografia è di Flaminia Suri, la progettazione grafica di Alessandro Cossu, il progetto registico è di Silvia Belluscio e Adriano Ilari, il coordinamento tecnico è di Salvatore Zaru e Simone Di Battista, il direttore della fotografia è Stefano Russo.
Al termine dell’inaugurazione foto di gruppo della redazione nello studio rinnovato.

ANSA

Torna in alto