Matteo Garrone con “Io capitano” è stato scelto per la cinquina finale dei film stranieri agli Oscar

Il film “Io Capitano” di Matteo Garrone ha ottenuto la prestigiosa nomination nella cinquina finale dei film stranieri agli Oscar. Il regista, già vincitore del Leone d’Argento all’ultimo Festival del Cinema di Venezia, inizia ora la corsa per la statuetta più ambita dopo la delusione ai Golden Globe 2024. La cerimonia di premiazione è prevista a Los Angeles al Dolby Theatre il 10 marzo 2024 e sarà presentata nuovamente da Jimmy Kimmel. Nel frattempo, il film “Oppenheimer” ha ottenuto ben 13 nomination.

Le nomination, selezionate da membri dell’Academy provenienti da un numero record di 93 Paesi, sono state annunciate al Samuel Goldwyn Theater di Los Angeles da Zazie Beetz e Jack Quaid. “Io Capitano” figurava tra i nove film europei all’interno dei 15 selezionati.

Matteo Garrone ha espresso la sua soddisfazione dicendo: “È una grande soddisfazione e siamo felici che l’avventura continui, nella speranza che il film, e la storia di Seydou, venga visto da un numero sempre maggiore di spettatori in tutto il mondo”.

“Io Capitano” racconta la storia di due giovani, Seydou e Moussa (interpretati da Seydou Sarr e Moustapha Fall), provenienti da Dakar, capitale del Senegal, che intraprendono un lungo viaggio verso l’Europa. Il loro percorso diventa un’odissea nel mondo contemporaneo, attraversando il deserto, affrontando le insidie del mare aperto e confrontandosi con la complessità e l’ipocrisia della natura umana. La narrazione di Garrone si configura come una potente metafora della vita, in cui Seydou, simile a Pinocchio, esplora il mondo e la sua volontà di vivere, accompagnato dal cugino Moussa.

Altre pellicole straniere in lizza per gli Oscar includono “Perfect Days” di Wim Wenders, “The Zone of Interest” di Jonathan Glazer, “The Teachers”, “Lounge” di Ilker Çatak e “La societa’ della neve” di J. A. Bayona.

Tra i candidati come Miglior Attore protagonista agli Oscar troviamo Bradley Cooper (“Maestro”), Colman Domingo (“Rustin”), Paul Giamatti (“The Holdovers”), Cillian Murphy (“Oppenheimer”) e Jeffrey Wright (“American Fiction”). Sono invece candidate come Migliori Attrici protagoniste Annette Bening (“Nyad”), Lily Gladstone (“Killers of The Flower Moon”), Sandra Huller (“Anatomia di una Caduta”), Carey Mulligan (“Maestro”) ed Emma Stone (“Povere Creature”).

I film “Barbie” e “Oppenheimer” si contendono la statuetta come Miglior Film, entrambi con rispettivamente otto e tredici nomination agli Oscar. Altri titoli in lizza per il premio includono “The Holdovers”, “Killers of The Flower Moon”, “Maestro”, “Povere Creature”, “Past Lives”, il francese “Anatomia di una caduta” e il britannico “The Zone of Interest”. I registi in corsa per il premio di Miglior Regia sono Justine Triet (“Anatomia di una Caduta”), Martin Scorsese (“Killers of The Flower Moon”), Christopher Nolan (“Oppenheimer”), Yorgos Lanthimos (“Povere Creature”) e Jonathan Glazer (“The Zone of Interest”). Non sono inclusi nella lista i registi di “Barbie”, tra cui Greta Gerwig.

Torna in alto