Rai Isoradio, Vittorio Feltri a “L’autostoppista” di Igor: “Chi dovrebbe liberare la sedia? Giuseppe Conte”

A bordo anche lo stilista Renato Balestra e la scrittrice Cinzia Tani

Proseguono con nuovi personaggi gli interessanti e divertenti viaggi de “L’autostoppista Igor Righetti, dal martedì al giovedì dalle 17 alle 18, su Rai Isoradio diretta da Angela Mariella. Durante il suo “passaggio”, nello spazio delle dediche musicali e cinematografiche, Vittorio Feltri ha dedicato a Giuseppe Conte la canzone del gruppo “7graniLibera la sedia: “Dopo aver fatto il presidente del consiglio per un paio di anni – ha detto  –  ha deciso di rimanere in politica senza mai aver ricevuto un voto. La prossima volta o si fa votare e quindi acquisisce il diritto di rimanere nel ‘palazzo’, anche se non mi sembra un grande privilegio, altrimenti se ne torni a casa”.

Un altro “autostoppista” rimasto in panne e al quale Igor Righetti ha dato un passaggio sulla sua auto parlante e interattiva è stato lo stilista Renato Balestra. Alla domanda del conduttore-conducente sul suo rapporto con gli altri stilisti italiani, Balestra ha risposto: “È di buon vicinato, ma non di amore folle. Ognuno fa il suo lavoro con abbastanza indipendenza”. Lo stilista ha anche spiegato il perché del grande ritorno al vintage: “Questo successo – ha rivelato – è forse dovuto in quanto c’è la nostalgia per i bei tempi, per l’eleganza e per il buon gusto”. 

Per questo suo format crossmediale innovativo che ha subito riscosso grande successo, il giornalista e conduttore radiotelevisivo Igor Righetti si è ispirato all’esilarante commedia “Il tassinaro” diretta e interpretata nel 1983 da suo cugino Alberto Sordi. “L’autostoppista” è il primo programma radiofonico pet friendly con a bordo Byron, il bassotto del conduttore, che interagisce con gli “autostoppisti” su temi legati alla tutela e ai diritti degli animali. In ogni puntata, Righetti offre un passaggio sulla sua auto a personaggi celebri rimasti in panne, ignari, però, di salire a bordo di un prototipo di vettura mai entrato in produzione in quanto anarchico e sovversivo. Un’auto interattiva con il guidatore e gli occupanti, permalosa ed eccentrica, che esprime il proprio disappunto o compiacimento su ciò che viene detto utilizzando anche la voce del navigatore satellitare e l’autoradio. Navigatore che su quest’auto diventa “navigattore”. Durante il viaggio, agli “autostoppisti” vengono anche fatte ascoltare brevissime frasi estrapolate da canzoni e film famosi, selezionate dal conduttore-conducente Igor Righetti, che possono dedicare a chi vogliono. Ironia graffiante, radio dediche musicali e cinematografiche, esperti del mondo pet, influencer, inventori, imprenditori e personaggi celebri del mondo dello spettacolo e del giornalismo per raccontare i cambiamenti dell’Italia e dei suoi abitanti tra ricordi, aneddoti, curiosità, emozioni e ilarità. “L’autostoppista” può essere ascoltato sulle frequenze di Rai Isoradio (103.3 e 103.5), su RaiPlay Sound, tramite la app di Radio Rai e in podcast sul sito di Rai Isoradio. 

Ecco gli autostoppisti di questa settimana.

Martedì 25 gennaio: Vittorio Feltri; il fondatore e direttore di Geeks Academy, Antonio Venece.

Mercoledì 26 gennaio: la giornalista, scrittrice e conduttrice radiotelevisiva Cinzia Tani, l’influencer Lorenzo Castelluccio e l’autore televisivo Michele Presutti. Per lo spazio dedicato agli animali, ai loro diritti e alle loro storie salgono a bordo Claudia Fachinetti e Silvia Gottardi, autrice e co-autrice con Linda Ronzoni del libro “Vito, il gatto bionico”.

Giovedì 27 gennaio: lo stilista Renato Balestra; lo station manager e speaker di Radio Calima, emittente di Gran Canaria rivolta agli italiani, Roberto Brandolini.

Tag:, , , , , , , ,