Heidi Klum, la battaglia con Seal per la custodia dei figli

La modella si è appellata con urgenza al tribunale per ottenere il permesso di portare in Germania i suoi quattro bambini. «Il tempo che lui passa con loro è, per usare un eufemismo, sporadico», ha detto la Klum, che in Europa, dove il cantante teme il Covid-19, deve registrare la nuova stagipne di «Next Top Model»

Come Mary-Kate Olsen, solo nell’interesse dei figli. Heidi Klum, che nell’aprile 2012 ha ufficializzato il divorzio da Seal, ha chiesto sia aperto un provvedimento di emergenza perché la ritrosia dell’ex marito possa essere contenuta da un giudice. Il cantante, che con la modella condivide quattro figli, le avrebbe, infatti, impedito di portarli con sé in Germania, dove la Klum è chiamata a registrare Germany’s Next Top Model, show televisivo di cui da tempo è volto. La modella ha denunciato come Seal, preoccupato dall’emergenza sanitaria e dal rischio di un contagio da Coronavirus, non avrebbe acconsentito all’organizzazione del viaggio, che dovrebbe avvenire nel giro di poche settimane.

La Klum, dunque, sarebbe stata costretta ad appellarsi al tribunale. «Il tempo che Henry (vero nome di Seal, ndr) passa con i nostri bambini è, per usare un eufemismo, sporadico», ha dichiarato la modella, oggi sposata con Tom Kaulitz, chitarrista dei Tokyo Hotel. «Sono ben consapevole di quali precauzioni devo attuare in relazione al Covid-19 e non metterei mai a rischio la salute dei nostri bambini», ha scritto in una dichiarazione al tribunale, dicendosi grata di poter lavorare in un momento tanto difficile per l’economia internazionale. «Henry, inoltre, ha un passaporto britannico, il che significa che potrebbe far visita ai bambini in Germania», ha spiegato ancora la Klum, suggerendo che l’ex marito possa recuperare il tempo perduto a Natale, trascorrendo tre settimane con Hnery, 14 anni, Johan, 13, Lou, 10, e Leni, 16, figlia biologica di Heidi Klum e Flavio Briatore, adottata da Seal negli anni del matrimonio.

La modella, che con Seal ha la custodia condivisa dei quattro figli, si è dilungata nello spiegare come l’ex marito sia solito passare poco tempo con i bambini, che da prassi l’hanno sempre seguita nei suoi viaggi di lavoro. La Klum dovrebbe partire a ottobre, ché l’impegno con la versione tedesca del reality show è inderogabile.

VanityFair

Tag:Germany’s Next Top Model, heidi klum, Mary-Kate Olsen, Seal, tokyo hotel, Tom Kaulitz, tribunale

Exit mobile version