Alessandro Borghese: “L’Italia tornerà a cena fuori”

Il conduttore di “Quattro ristoranti” su Sky da giovedì con la nuova stagione: “La crisi picchia duro sulle trattorie, non sugli stellati, ma non bisogna abbattersi”

Questa immagine ha l'attributo alt vuoto; il nome del file è Alessandro-Borghese.jpg

Alessandro Borghese chef amatissimo dal pubblico tv torna con la sesta stagione di «Quattro Ristoranti» il cooking show da giovedì 23 aprile su Sky Uno e NOW TV in prima serata (ore 21.15). Come vede questa pandemia dolorosissima per il comparto ristorazione? «Ho 60 persone in cassa integrazione, non posso permettermi di abbattermi per rispetto verso le loro famiglie. Sono convinto che si ritornerà alla normalità, occorrerà prenotare con anticipo il ristorante, torneremo a fare la fila, tanto sarà il desiderio delle persone di concedersi una cena fuori casa. Non mi preoccupano quelli di livello o stellati, ma le trattorie, quelli a conduzione familiare, dove si andava per stare in compagnia, sarà più difficile osservare il distanziamento». Mascherine, guanti, distanziamento? «Intanto confido nell’arrivo dell’estate con i tavoli all’aperto. Il distanziamento, credo ci si organizzerà anche nelle cucine. La storia delle mascherine mi inquieta francamente, io sono abituato ad andare ai tavoli informarmi più volte se tutto va bene, nessuno ha la sfera magica per guardare al futuro».

Nella prima puntata il teatro della contesa è Venezia, «E’ stata registrata pochi giorni prima dell’alluvione lo scorso 12 novembre. Questo evento ci ha talmente colpiti che abbiamo deciso di organizzare, con il Sindaco e Confindustria, una cena per raccogliere fondi per sostenere il comune e i ristoratori locali». Ferme le riprese della nuova stagione «in attesa che ci informino quando potremo ripartire. Poi aspetto indicazioni una volta sbloccato cosa potremo e non potremo fare, un po’ mi spaventa ma ci atterremo».

Come vive questa quarantena in casa? «Da privilegiato, circondato dalle donne, una meravigliosa moglie, due figlie adorabili, che vedo tutti i giorni, non ci sono quasi mai, sempre in giro, e una simpatica suocera». Che dieta consiglia? «È una settimana che sto a stecchetto, non chiedete a me mi sono guardato allo specchio e mi sono spaventato la reclusione fa brutti scherzi, ma non dormendo e guardando di tutto in tv fino alle 3 di notte…pessimo esempio, ma sono in netto calo ora, quando decido…».

Maria Adelfi, LaStampa

Tag:, , ,