Tanti auguri Loredana Bertè: 70 anni di provocazioni, genio e sregolatezza

Compleanno speciale per la leonessa del rock che annuncia un anno di festeggiamenti

“Sono il risultato delle cose che ho visto, di quello che ho vissuto”. Una frase-manifesto per Loredana Bertè che ha fatto delle provocazioni, i look stravaganti, la sregolatezza e, soprattutto, il genio la sua bandiera. La leonessa del rock compie 70 anni, è nata lo stesso giorno della sorella Mia Martini con tre anni di differenza, e non ha mai amato festeggiare i compleanni.

Più di 40 anni di carriera vissuti senza mai risparmiarsi, ma l’unica cosa che interessa adesso a Loredana è la sua musica. Sempre fedele alla sua immagine, senza smentirsi, la signora rock della canzone italiana osa solo con la sua voce, intensa e graffiante come forse non è mai stata.

La cantante ama ripetere che non ha ancora fatto pace con la vita, ma dopo anni – di tormenti, dolori e rimorsi – finalmente l’ha fatta con se stessa. Ed è tornata alla ribalta. Ad “Amici”, in qualità di giudice, ha sorpreso tutti per i commenti taglienti e azzeccati, i suoi concerti sono sempre sold out, è protagonista di tormentoni estivi come “Non ti dico no” con i Boomdabash e a Sanremo 2019 si è conquistata la standing ovation con “Cosa ti aspetti da me” scritta per lei da Vasco Rossi

Loredana è tornata a sorridere, ma nei suoi occhi c’è sempre quel velo di tristezza, il rimorso per quei “ti voglio bene” non detti alla sorella Mimì scomparsa nel 1995, la fine della sua storia d’amore più importane, con il tennista Bjorn Borg che le ha regalato i momenti più belli e anche quelli più terribili incorniciati da due tentati suicidi nella casa milanese in via Ariosto 10 in cui ha vissuto per più di vent’anni. 

L’ultima volta a salvarla, nel 2007, è stato l’amico Renato Zero. Il fratello che non ha mai avuto, la “sorella” che le è stata più vicino. Oggi i due non si parlano più. I veri motivi non li hanno mai spiegati, ma non si può fare il nome dell’una senza accostarlo a quello dell’altro. Loredana e Renato si conoscono infatti al Piper a metà degli anni Sessanta. Fanno entrambi parte de I Collettoni, un gruppo di ballo che fa da supporto di una giovanissima Rita Pavone nel suo show serale nel noto locale notturno della Capitale. Ma i due poi si esibiscono dal vivo, in spettacoli nei quali sperimentano canto, danza e mimo. Diventano inseparabili e famosi. E anche se oggi sono lontani un filo li legherà per sempre.     

Loredana è nata a Bagnara Calabra, da Giuseppe a Maria Salvina, entrambi insegnanti. Agguerrita e intemperante, ha alle spalle un’infanzia difficile. Quell’amore che ha sempre cercato nella famiglia lo ha trovato e riversato nel suo lavoro. Negli anni sessanta la Bertè partecipa al musical “Hair” nel ruolo di Jeanie e in una scena appare completamente nuda. Poi arrivano i grandi successi: da “Sei Bellissima” a “Non sono una Signora”, da “E la luna bussò” a “Dedicato”. Loredana collabora con Ivano FossatiEnrico RuggeriEdoardo BennatoGianni BellaPino Daniele, Ivan GrazianiMario LavezziMango Biagio Antonacci, tra gli altri. Nel 2012, il mensile musicale specializzato “Rolling Stone” ha giudicato il suo album “Traslocando” (prodotto da Fossati) il miglior lavoro discografico interpretato da una donna in Italia.

Per scrivere la vita di Loredana non basterebbe la Treccani, d’altronde per una come la Bertè, che negli Anni Ottanta scodellava spaghetti per Andy Warhol, si faceva rubare le giacche in pelle da Madonna e cenava alla Casa Bianca con il presidente Bush senior, cosa ci sarebbe da aggiungere?

UN ANNO DI FESTEGGIAMENTI – Un compleanno da ricordare con una festa che durerà un anno intero: tanti progetti e attività che accompagneranno i suoi fan fino al 20 settembre 2021. Il giorno del suo compleanno si parte subito con un nuovo logo e il restyling del sito e di tutti i canali social. Come anteprima è uscita l’esclusiva ristampa in vinile di “Loredanabertè”: il primo appuntamento della “70Berte’ – Vinyl collection” con l’esclusivo logo ideato dalla stessa Artista. Cinque iconiche pubblicazioni in edizione limitata  per celebrare il talento unico ed inimitabile di una fuoriclasse della musica italiana. La serie prevede la pubblicazione in vinile di altri quattro dischi da collezione ognuno dei quali in occasione di particolari ricorrenze o eventi: a novembre 2020 (Giornata Internazionale per l’eliminazione della Violenza Contro le Donne) uscirà il 45 giri di “Fiabe / Anima vai”; ad aprile 2021 (Record Store Day 2021), “T.I.R.”, l’album che consacra l’artista ‘Rivelazione dell’anno 1977’; a giugno 2021 (Pride 2021) l’album “Traslocando”. Infine a settembre 2021, per il 71esimo compleanno di Loredana, sarà pubblicato il vinile “Bandabertè”, quarto album della sua discografia. Per celebrare nel migliore dei modi questo straordinario anniversario seguiranno tanti altri progetti che saranno svelati dalla stessa artista, man mano nel corso dell’anno.



Tgcom24.mediaset.it

Tag:andy warhol, biagio antonacci, Bjorn Borg, Boomdabash, compleanno, edoardo bennato, enrico ruggeri, gianni bella, ivan Graziani, ivano fossati, look, loredana bertè, Madonna, mango, pino daniele, provocazione, Sregolatezza, vasco rossi

Exit mobile version