Anche Andrea Mirò si lascia conquistare dall’imminente “Notte della taranta”

Sulle note del brano ‘Dici ca nu me voi cà su piccinna’, Andrea Mirò, maestro concertatore della 21/ma edizione della Notte della Taranta, sta imparando a ballare la pizzica, danza in cui si esibirà al Concertone del 25 agosto a Melpignano dove dirigerà l’Orchestra popolare e canterà un brano della tradizione salentina.
Intanto, mentre Mirò nel centro polivalente di Zollino sta provando anche con i primi ospiti internazionali giunti in Salento, sul mega palco allestito per il Concertone a Melpignano (Lecce) sta sorgendo il grande sole fatto di luminarie. L’idea di quest’anno, sottolineano gli organizzatori, è raccontare il Salento attraverso il tema del paesaggio per trasmettere le suggestioni di questa terra. La scenografia, firmata da ‘Mariano Light’, porterà sul palco anche i ricami delle nonne e delle mamme salentine, il tamburello con i suoi sonagli, e i rosoni delle bellissime chiese di questa terra. La struttura è alta 18 metri e larga nove.

ANSA

Tag:, , , , , , , ,