Enzo Iacchetti racconta la sua reazione alla morte di Maurizio Costanzo: ”Ho pianto per tre giorni, non riuscivo a smettere”

Enzo Iacchetti è salito sul palco del Teatro Parioli per partecipare alla serata evento dedicata a Maurizio Costanzo, a un anno dalla scomparsa del giornalista avvenuta il 24 febbraio 2023. Il comico 71enne ha condiviso le sue emozioni durante un’intervista con il Corriere della Sera il giorno successivo alla commemorazione, rivelando di aver pianto per tre giorni senza riuscire a smettere.

Ricordando il momento in cui è arrivato al teatro romano, ora denominato Parioli Costanzo, Iacchetti ha confessato di aver sentito una sensazione di vuoto nel corpo, oltre che nel cuore. L’assenza di Maurizio Costanzo lo ha colpito profondamente, e quando è giunto nel luogo in cui solitamente si incontravano, vicino al suo studio, ha esitato a entrare, incapace di accettare la realtà.

Iacchetti ha sottolineato l’importanza di Costanzo nella sua vita, rivelando che ha pianto per tre giorni in seguito alla sua morte. Per lui, ci sono solo due persone che non sono davvero morte: sua madre e Maurizio Costanzo. La partecipazione alla serata evento è stata una scelta ovvia per il comico, che ha affermato di non aver scritto nell’agenda “Maria De Filippi o Fazio”, ma semplicemente “Costanzo”.

L’ex conduttore di Striscia la Notizia ha mantenuto il numero di cellulare di Costanzo nel suo telefono sotto la voce “Mauri” e ha condiviso un aneddoto sulle telefonate tra loro. Ritiene che Costanzo gli abbia salvato la vita professionalmente, ricordando il Maurizio Costanzo Show come la sua ultima opportunità. Nonostante iniziali rifiuti, Iacchetti ha alla fine ottenuto il successo grazie al giornalista, concludendo che Costanzo è stato per lui un mentore e un amico prezioso.

Torna in alto