BERLINGUER, #CARTABIANCA TRA POLITICA E LATE SHOW

Tra ospiti 1/a puntata D’Alema, esponente M5S, Landini e Mannoia

bianca-berlinguerCon “#cartabianca“, condotto da Bianca Berlinguer, torna dal 21 febbraio l’informazione di Rai3 in prima serata. I temi della politica, della società e della cronaca, affrontati attraverso una grande intervista a un protagonista dell’attualità e un duello tra due posizioni nettamente distinte. I due segmenti verranno monitorati da un gruppo di ascolto, selezionato dall’istituto di sondaggi IPR Marketing diretto da Antonio Noto, per stabilire in tempo reale il gradimento o lo scetticismo verso le proposte e le dichiarazioni degli ospiti in studio. La terza parte del programma proporrà un contesto da “late show”, in cui Bianca Berlinguer incontrerà, con un taglio nelle interviste ovviamente diverso rispetto ai primi due segmenti, personaggi dello spettacolo, dell’intrattenimento e della cultura.
“Ospiti della prima puntata: nel primo segmento un esponente importante dei 5 stelle e Massimo D’Alema“, annuncia Berlinguer. “Abbiamo fatto un viaggio nella base del Pd, domani potrebbe arrivare la scissione”. Altri ospiti: duello sul lavoro tra Maurizio Landini e Guido Martinetti (fondatore della catena di gelaterie Grom) e ancora Fiorella Mannoia “di cui racconteremo lati inediti dal suo esordio a soli 7 anni allo zecchino d’oro fino al suo ultimo Sanremo che ha fatto emozionare con il suo talento ma anche la sua classe e bellezza molti di noi”. Ci sarà anche Michele Placido che tra l’altro ha diretto la cantante in 7 minuti, il film che parla di donne e lavoro, con un cast tutto al femminile. “Partiamo – sottolinea Berlinguer – a stagione già avviata. Arriveremo al 27 giugno, manterremo la striscia quotidiana perché ci servirà a trasportare pubblico da quella fascia a quella serale”. Il programma racconterà l’attualità anche attraverso inchieste, reportage e contributi video. A coadiuvare la conduttrice lungo tutta la serata ci saranno in ogni puntata giornalisti e uomini di spettacolo.
Daria Bignardi, direttrice della terza rete Rai, in videocollegamento da Milano nel corso della presentazione (a Viale Mazzini) tiene a sottolineare: “Bianca Berlinguer ha trovato un linguaggio per rivolgersi al pubblico con varie declinazioni, non scontato dopo tanti anni di direzione del telegiornale. Cartabianca fino ad oggi ha ottenuto nel preserale una media dell’8,7% di share. Ogni giorno un’idea di comunicazione: è stato naturale chiederle un progetto di prima serata per il nuovo martedì sera di Rai3″. “In questo momento di grande confusione – insiste Bignardi – più che mai abbiamo bisogno di approfondimento. L’esperimento del formato breve e del volto nuovo non è riuscito, inutile nasconderlo. La mia scelta radicale forse è stata troppo audace. Abbiamo fatto delle ricerche che ci hanno rivelato che il pubblico preferisce un passo più disteso, con più tempo per approfondire. Quindi torniamo al formato dell’intera serata”.
Berlinguer fa notare: “Non è nostra intenzione fare un talk show, cioè cinque o sei ospiti che si scontrano e che urlano. Quel genere è ormai tramontato dappertutto, in tanti lo hanno compreso, del resto”. Toccherà dunque all’ex direttrice del Tg3 la sfida del martedì sera dell’informazione Rai. “Sono preoccupata – confessa – Quando mi è stato proposto ci ho pensato, non è stato un sì immediato”. “È una prova impegnativa. Sarà una sperimentazione in onda fino al 27 giugno (mantenendo anche la striscia quotidiana del pomeriggio, ndr) in vista dell’anno prossimo”. Ci saranno anche Enrico Bertolino e Gabriella Germani. “#cartabianca” è firmato da Bianca Berlinguer, Luca Bottura, Pietro Galeotti, Giuliano Giubilei, Massimiliano Lenzi e Giovanni Robertini. La regia è di Cristiano D’Alisera.

Ansa

Tag:, , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,