Squid Game 3, Leonardo DiCaprio nel cast? Il creatore della serie lo vorrebbe

Hwang Dong-hyuk, il creatore della serie televisiva sudcoreana di culto, ha rivelato che vorrebbe avere il divo tra i protagonisti della terza stagione dello show. Parlando del fatto che DiCaprio è un grande fan della serie, il creatore ha detto: “Quindi forse, se il tempo o le possibilità lo consentono, possiamo chiedergli di unirsi ai giochi”. Hwang farebbe carte false pur di avere il vincitore dell’Oscar ma pare che anche lui, DiCaprio stesso, possa adorare il fatto di partecipare allo show

Leonardo DiCaprio nella terza stagione della serie televisiva Squid Game? Sarebbe il sogno del creatore dello show sudcoreano diventato di culto, ossia Hwang Dong-hyuk.
Quest’ultimo, che ha scritto e diretto Squid Game, ha rivelato che vorrebbe tanto avere il divo hollywoodiano tra i protagonisti della terza stagione dello show. E DiCaprio, dal canto suo, è un grande fan di Squid Game. “Quindi forse, se il tempo o le possibilità lo consentono, possiamo chiedergli di unirsi ai giochi”, ha detto Hwang riferendosi a DiCaprio.

Ricordiamo che l’attore premio Oscar farà parte del cast di Killers of the Flower Moon, il film drammatico western americano di prossima uscita diretto da Martin Scorsese e con una sceneggiatura di Eric Roth e Scorsese stesso, basato sul libro di saggistica più venduto del 2017 Killers of the Flower Moon: The Osage Murders and the Birth of FBI di David Grann.

DiCaprio interpreterà il personaggio di Ernest Burkhart, uno dei protagonisti dei cosiddetti Osage Indian Murders, ossia una serie di omicidi di nativi americani di Osage, nell’omonima contea in Oklahoma, accaduti tra gli anni Dieci e Trenta del Novecento. Dal 1918 al 1931 furono uccisi circa sessanta o più ricchi nativi americani Osage purosangue.
Molti degli omicidi furono commessi per impossessarsi della terra e della ricchezza dei membri di Osage, la cui terra era ricca di petrolio.
Le indagini delle forze dell’ordine, incluso il Bureau of Investigation (BOI, la precedente agenzia del Federal Bureau of Investigation, ossia l’FBI) ​​hanno anche rivelato parecchia corruzione tra i funzionari locali coinvolti.

Il creatore di Squid Game, Hwang Dong-hyuk, punta proprio su questo suo nuovo ruolo nel film di Scorsese, ritenendo che Leonardo DiCaprio possa interpretare quindi anche un assassino della sua serie TV. 

LA TERZA STAGIONE DELLA SERIE POTREBBE USCIRE DALL’AMBIENTAZIONE COREANA

La serie Netflix vincitrice di un Emmy è stata rinnovata per una seconda stagione e, sebbene Hwang abbia confermato che il prossimo capitolo sarà ancora ambientato in Corea, ha anticipato che la terza stagione potrebbe invece essere di più ampio respiro, con un cast e un’ambientazione internazionali. A partire da una potenziale partecipazione della più grande star di Hollywood, Leonardo DiCaprio.
Sembra che i presupposti ci siano tutti: “Leonardo DiCaprio ha detto di essere un grande fan di ‘Squid Game’, quindi forse se il tempo o le possibilità lo consentono, possiamo chiedergli di unirsi ai giochi”, ha detto Hwang durante una conferenza stampa a Seoul, come riporta il magazine statunitense Variety.

Hwang Dong-hyuk ha poi subito chiarito che nella seconda stagione non ci sarà nessun attore hollywoodiano, nel senso di nessuna star arcinota. “Non ci sarà alcun attore hollywoodiano noto nella seconda stagione. Non è nei piani e se le cose cambiano, forse nella terza stagione, ma per la seconda è ancora ambientato in Corea. Inizieremo le riprese della seconda stagione l’anno prossimo e uscirà l’anno successivo”, ha dichiarato il creatore di Squid Game.

“La Corea ha sempre avuto gli occhi puntati su un mercato globale quando abbiamo creato queste cose [contenuti]”, ha aggiunto Hwang. “Penso che il nostro creare contenuti di alta qualità sia a causa della società coreana altamente competitiva e di conseguenza K-content è diventato molto amato da persone di tutto il mondo”, ha aggiunto.

IL REALITY SHOW “SQUID GAME: THE CHALLENGE”

Come riporta la giornalista Samantha Bergeson su IndieWire (e come è ormai risaputo), Netflix ha dato il via libera al reality “Squid Game: The Challenge”, in cui ci sarà un premio in denaro di ben 4,56 milioni di dollari per chi vincerà. Il reality show sarà girato nel Regno Unito.

Intanto al creatore di Squid Game è stata fatta una pressione enorme per creare una seconda stagione del suo show, visto il successo mondiale del primo capitolo. Hwang Dong-hyuk aveva già rivelato nel 2021 che stava “ricevendo molta pressione” per la stesura della seconda stagione.

“Penso di avere l’obbligo di spiegarlo ai fan e sto pensando alla stagione 2, ma all’epoca ero così stanco dopo aver terminato la stagione 1, non riuscivo davvero a pensare alla stagione 2″, ha spiegato Hwang . “Ma ora che è diventato un così grande successo, la gente mi odierebbe se non facessi una stagione 2, quindi sento molta pressione e penso che dovrei farlo. Il grande successo della prima stagione è una grande ricompensa per me, ma allo stesso tempo mi ha dato molta pressione”.

Hwang sta inoltre sviluppando una serie satirica ispirata alla realizzazione di Squid Game, intitolata The Best Show on the Planet.


Tag:, , , ,