Maneskin, arriva l’atteso doppio concerto allo Stadio Olimpico di Roma

Doppio concerto dei Måneskin “in casa”, il 20 e il 21 luglio. L’estate romana dei grandi eventi live comincia con l’esibizione allo stadio Olimpico della band orgoglio italiano famosa in tutto il mondo.

Il gruppo I Måneskin sono un gruppo musicale pop rock italiano formatosi a Roma nel 2016 e composto da Damiano David (voce), Victoria De Angelis (basso), Thomas Raggi (chitarra) ed Ethan Torchio (batteria).

Hanno raggiunto la notorietà in Italia nel 2017 in seguito alla partecipazione all’undicesima edizione di X Factor, grazie alla quale, pur essendosi classificati secondi, hanno firmato un contratto con l’etichetta discografica Sony Music, pubblicando l’EP Chosen nello stesso anno. L’anno seguente è uscito l’album di debutto Il ballo della vita, contenente il singolo Torna a casa, che ha consacrato il gruppo a livello nazionale, permettendo di intraprendere un’estesa tournée tutto esaurito. Nel 2021 è stato pubblicato il secondo album Teatro d’ira – Vol. I, contenente il brano Zitti e buoni, che ha permesso alla formazione di trionfare alla 71ª edizione del Festival di Sanremo e alla 65ª edizione dell’Eurovision Song Contest, raccogliendo l’eredità di Toto Cutugno, ultimo italiano ad averlo vinto nel 1990. Il successo all’Eurovision ha permesso ai Måneskin di affermarsi sulla scena mondiale, facendo sì che diversi brani della loro discografia, e in particolare i brani Beggin’ e I Wanna Be Your Slave, scalassero le classifiche internazionali. Sulla scia di questi successi, si colloca la pubblicazione del terzo album in studio, Rush!.

Il gruppo ha accumulato numerosi riconoscimenti musicali internazionali, tra cui American Music Award, Billboard Music Award, MTV Europe Music Award, MTV Video Music Award e una candidatura ai Grammy Award; inoltre, durante la loro carriera i Måneskin hanno venduto circa 40 milioni di copie stimate tra album e singoli.

Gli orari del concerto Dopo i concerti in giro per il mondo Damiano David, Victoria De Angelis, Thomas Raggi ed Ethan Torchio fanno tappa nella loro Roma. Con doppia data: giovedì 20 e venerdì 21 luglio. Il live , che durerà all’incirca due ore, inizierà alle 21. Ma già dalle 16 sarà aperta la zona “prato”.

La scaletta Salvo cambiamenti, è molto probabile che si seguirà la stessa scaletta degli altri concerti del tour:

Don’t wanna sleep

Gossip

Zitti e buoni

Own my mind

Supermodel

Coraline

Baby Said

Bla Bla Bla

In nome del padre

Beggin’

Timezone

For your love

Gasoline

Torna a casa

Vent’anni

Amandoti

I Wanna Be Your Slave

La fine

Feel

Mark Chapman

Mammamia

Kool Kids

Viabilità
Sul fronte della viabilità, fanno sapere da Roma servizi della mobilità, sarà attuato lo stesso schema per la sosta previsto in occasione degli eventi sportivi: sono previsti, dunque, divieti di parcheggio intorno allo stadio, ma anche aree di sosta dedicate agli spettatori, come ad esempio quelle di piazzale Clodio e del Villaggio Olimpico. Possibili, nelle fasi di afflusso e deflusso, temporanee chiusure al traffico.

È possibile andare al concerto anche coi mezzi pubblici. L’area del Foro Italico si può raggiungere con il tram 2, che viaggia tra piazzale Flaminio/stazione Flaminio metro A e piazza Mancini, e con 16 linee di bus in arrivo da diversi quadranti cittadini: 23 (via Pincherle-piazzale Clodio), 31 (Laurentina/metro B-piazzale Clodio), 32 (stazione ferroviaria Saxa Rubra-Ponte Milvio-Ottaviano/metro A-piazza Risorgimento), 69 (largo Pugliese-piazzale Clodio), 70 (via Giolitti/Termini-piazzale Clodio), 89 (stazione Sant’Agnese metro B1-piazzale Clodio), 200 (stazione Prima Porta-piazza Mancini), 201 (Olgiata/via Antonio Conti-piazza Mancini), 226 (Grottarossa-piazza Mancini), 280 (piazzale dei Partigiani/stazione Ostiense-piazza Mancini), 301 (Grottarossa-Ponte Milvio-Lepanto/metro A), 446 (stazione Cornelia/metro A-piazza Mancini), 628 (piazza Cesare Baronio-Farnesina), 910 (stazione Termini-piazza Mancini), 911 (ospedale San Filippo Neri-piazza Mancini) e 982 (stazione Quattro Venti-viale della XVII Olimpiade).

Ci sono poi le linee 61 (piazza Balsamo Crivelli-Villa Borghese/viale Washington/piazzale Flaminio/metro A), 160 (Montagnola-Villa Borghese/viale Washington/piazzale Flaminio) e 490 (stazione Tiburtina/metro B-Cornelia/metro A) che fermano a piazzale Flaminio/metro A. Da qui si può proseguire verso lo stadio con il 2. E c’è la 495, che collega la stazione Tiburtina con Valle Aurelia e ferma sia a piazzale Flaminio che a piazzale Clodio.

Di notte, dallo stadio si può tornare con le linee n200 e n201. La zona di viale Tiziano/viale De Coubertin/Villaggio Olimpico è servita invece dalle linee n3D e n3S. Per quanto riguarda la metropolitana, giovedì notte le ultime corse dai capolinea partono alle 23,30, mentre il venerdì notte all’1,30. Da ricordare che sulla linea A, dalla domenica al giovedì, le corse dei treni terminano alle 21 e poi il servizio prosegue con la linea bus MA, mentre venerdì i lavori sono sospesi e la circolazione è regolare. Concluso il servizio metro, sugli stessi percorsi ci sono le linee di bus notturne nMA (per la metro A), nMB (per la B), nMB1 (per la B1) e nMC (per la metro C)

Da ricordare anche che 15 linee diurne sono attive tutte le notti sino alle ore 2. Si tratta dei bus 38 (stazione Termini-Porta di Roma), 44 (via Montalcini-via del Teatro Marcello), 61 (piazza Balsamo Crivelli-piazzale Flaminio/metro A), 86 (via Elias Canetti-via Pelagosa), 170 (stazione Termini-piazzale dell’Agricoltura, ora temporaneamente a piazzale Sturzo per l”evento Formula E), 246 (Cornelia metro A-Malagrotta), 301 (Grottarossa-Ponte Milvio-Lepanto/metro A), 314 (Casalone-largo Preneste), 404 (Rebibbia/metro B-San Giovanni in Argentella), 444 (via Francesco Paolo Bonifacio-Ponte Mammolo/metro B), 451 (Ponte Mammolo/metro B-Cinecittà/metro A), 664 (circolare con capolinea a largo Colli Albani metro A), 881 (via Avanzini-via Paola), 916 (via Andersen-piazza Venezia) e 980 (ospedale San Filippo Neri-via Pane).

Exit mobile version