Livio Cori e Dadà portano le vibrazioni della cultura partenopea “Miez’a via” a Milano

Un evento aperto al pubblico alternerà momenti di street gastronomy, musica, installazioni. Maestro di Cerimonia Beppe Vessicchio

Livio Cori e Dadà saranno i protagonisti di un evento che porterà nel cuore di Milano il genio vulcanico della Napoli più contemporanea e l’energia travolgente di una festa in strada con “Miez’a via”, che farà del quartiere dei Navigli un inedito palcoscenico. L’appuntamento è per mercoledì 21 giugno, dalle ore 18:00.

L’evento

Dopo essere stato main sposor per Procida Capitale della Cultura 2022 con l’indimenticabile concerto di Liberato in “Miez’o mare”, Voiello accende di nuovo i riflettori sulla creatività e sull’estro napoletano celebrando la capacità partenopea di sapersi godere la vita, ricrearsi, con un’iniziativa unica. Il 21 giugno dalle ore 19:00 al piano terra della facciata di un palazzo dell’Alzaia Naviglio Pavese si potrà provare il piacere della street gastronomy con le ricette gourmet ideate da Lino Scarallo, chef stellato di Palazzo Petrucci (NA).

La musica

Alle 21:30 i balconi del palazzo di Alzaia Naviglio Pavese 2 si trasformeranno in palcoscenici inediti per il vertical show di Dadà e Livio Cori, due artisti che hanno proprio a Napoli le loro radici. All’anagrafe Gaia Eleonora Cipollaro, Dadà è una cantautrice che unisce cultura napoletana e world music, con contaminazioni club ed elettroniche e che si è fatta conoscere dal grande pubblico nell’ultima edizione di X Factor. Momento clou della sua performance arriverà con il brano “La leggenda dei maccheroni” che prende spunto dalla leggenda popolare tramandata da Matilde Serao e che rende omaggio alla cultura gastronomica napoletana e alla creatività che si esprime a partire dalla pasta. Livio Cori, cresciuto nei Quartieri Spagnoli, è un rapper e attore di origini napoletane, famoso anche per aver recitato nella serie “Gomorra”. Maestro di Cerimonia sarà Beppe Vessicchio, espressione di una Napoli dall’alto valore culturale, in grado di attraversare e unire generazioni diverse. 

Illustrazioni e installazioni

L’evento darà voce alle tante forme della creatività partenopea attraverso le illustrazioni realizzate dai The Napolitaner, un collettivo di artisti campani, esposte già nei giorni precedenti all’evento in prossimità della location e che interpretano lo spirito delle feste napoletane, fatte di magia, musica, gastronomia e luminarie. Inoltre, per l’occasione sarà visibile in anteprima la capsule colletion realizzata da i Vienmnsuonno1926, un collettivo di giovani designer napoletani che, attraverso le proprie creazioni moda, promuovono un nuovo “landtelling” dei rioni napoletani. La capsule collection poi sarà protagonista di un contest online attivo da fine giugno.

Torna in alto