PEUGEOT SI DÀ AI CORTOMETRAGGI

Obiettivo: il pubblico giovane e interessato ai modelli premium

PEUGEOT CORTOMETRAGGIOPeugeot si dà ai cortometraggi, con il lancio di una webserie, #sensationdriver, diretta e interpretata da Stefano Accorsi, con cui si punta sulle emozioni e sulle sensazioni. L’operazione di comunicazione si integra nella strategia di rilancio del marchio avviata qualche anno fa, con l’obiettivo di allargare il pubblico di potenziali acquirenti verso le fasce giovani e interessate ai modelli premium.
Nel 2017 in Italia l’azienda continuerà l’offensiva nel mondo dei Suv, uno dei segmenti su cui si sta investendo di più.
«La campagna si lega al nostro posizionamento: vogliamo trasmettere il plus dell’emozione e della sensazione, cercando di raccontare con questi microfilm qualcosa di emozionale legato ai nostri modelli, diversamente dalla tradizionale comunicazione del mondo dell’auto che privilegia più altri aspetti come la tecnologia e il prezzo», dice Antonio Scotti, responsabile pubblicità e media. «Puntiamo sulla viralità del prodotto, con un minisito dedicato».
Il progetto, prodotto da Peugeot e ideato e realizzato in collaborazione con Havas Milan (la casa di produzione è Think Cattleya), si articola in sei episodi, accessibili dal sito www.peugeotsensationdriver.it (per ora ce ne sono tre, cui seguiranno gli altri nelle prossime settimane), che condividono lo stesso prologo ma raccontano con ironia sei diverse storie, ognuna caratterizzata da una sensazione differente (gioia, invidia, esaltazione, paura, orgoglio e stupore). Accorsi, che è anche regista, interpreta un attore che deve andare a fare un provino: a seconda di quale sensazione l’utente sceglie il resto della vicenda si svolge in modo diverso.
Si tratta di un ulteriore passo di un percorso iniziato nel 2012, quando la voce dell’attore venne scelta per interpretare lo spot televisivo Let Your Body Drive di Peugeot 208 con cui si era intrapreso il rilancio del marchio, per poi passare alla presenza in video nelle pubblicità, cui si sono affiancati anche una serie di progetti speciali, come i Tre viaggi, ovvero cortometraggi diretti e interpretati nel 2014 dall’attore, i video realizzati in virtual reality per la tecnologia Oculus e la partecipazione con la Peugeot 205 T16 al film Veloce come il vento, diretto da Matteo Rovere, prodotto da Domenico Procacci per Fandango e Rai Cinema.
La strategia, di cui anche questa operazione di comunicazione fa parte, è rafforzare la percezione del brand e allargare il pubblico. «Vogliamo far crescere il marchio nei confronti di un pubblico con cui prima eravamo meno in contatto», continua Scotti. «Per esempio i consumatori premium che sono più legati ai marchi tedeschi, soprattutto nel Nord Italia».
Il 2016 per la casa automobilistica è stato un anno importante, «perché abbiamo cominciato l’offensiva nel mondo dei Suv», osserva Carlo Leoni, direttore comunicazione e relazioni esterne, «con il lancio dei modelli 2008 e 3008 in Italia, cui si affiancherà nel 2017 anche il 5008, una multispazio a 7 posti, con cui completiamo l’offerta in questo segmento è in aumento: i Suv arriveranno a intercettare il 40% delle vendite nelle Penisola».

di Irene Greguoli Venini, Italia Oggi

Tag:, , , , , , , , , , , ,