La regina del Bhutan in viaggio ufficiale con i suoi due bambini

Il regno del Bhutan, noto come «il Paese più felice del mondo», ha vissuto un evento da segnare sul calendario. La trentunenne regina Jetsun Pema, in viaggio ufficiale in vari distretti del piccolo stato himalayano, non ha voluto allontanarsi dai suoi bambiniJigme Namgyel, 5 anni, e Ugyen, 1. Così li ha portati con sé. E i piccoli, come dimostrano le foto postate su Instagram dal papà sovrano  Jigme Khesar Namgyal Wangchuck, 41 anni – sono diventati i protagonisti assoluti del tour. 

Le foto sono state scattate durante una visita a Trongsa nel distretto di Bumthang. Con la regina, oltre ai suoi figli, c’erano altri membri della famiglia reale tra cui la principessa Euphelma (sorella del re) col marito. Tutti gli occhi, però, erano puntati sui figli dei sovrani, in particolare sul piccolo Ugyen, nato in piena pandemia nel marzo 20020. Il bambino, che come suo fratello sfoggiava gli abiti tradizionali del Bhutan, si è mostrato vivacissimo e curioso di tutte le cose nuove che lo circondavano. Come d’altronde è normale alla sua età. A un certo punto ha anche regalato un divertente siparietto: ha afferrato il foulard di una signora – forse interessato alle frange che pendevano – costringendo sua madre a tirarlo via per cercare di mantenere le distanze imposte dai protocolli anti Covid.  Il fratello maggiore Jigme, erede al trono, a soli 5 anni invece ha già i modi impeccabili di un futuro re. E col fratellino s’è dimostrato sempre paziente, affettuoso e disponibile. Nelle foto diffuse dalla Casa reale lo vediamo ad esempio mentre gli insegna come accendere una candela in uno dei tanti templi che hanno visitato.

Le nuove immagini trasmettono tanta serenità, come d’altronde tutte quelle a cui ci hanno abituato, in dieci anni di nozze festeggiati lo scorso ottobre, i reali del Bhutan. Protagonisti di una bellissima storia d’amore. Dieci anni di differenza, Jigme si è innamorato di Jetsun quando lei aveva solo 17 anni. I due iniziano una relazione segreta, ma lei vuole volare a Londra per studiare Relazioni internazionali, Psicologia e Storia dell’Arte al Regent’s College. Jigme la accontenta: sente di aver trovato l’anima gemella, anche se si tratta di una borghese. Nel 2011 Jigme non può più aspettare, così lei accetta di sposarlo. Era il 13 ottobre 2011 quando Jigme portò all’altare la borghese Jetsun trasformandola nella regina più giovane del mondo. Fu un matrimonio da mille e una notte: i festeggiamenti per le nozze durarono tre giorni e coinvolsero tutto il paese. E il «Re Drago», subito dopo il «sì», fece un memorabile gesto: sebbene la legge del Bhutan consenta la poligamia, lui giurò solennemente di voler rinunciare al diritto di prendere altre mogli. «Ho scelto lei e lei soltanto». Il primogenito della coppia è nato nel 2016. Poi nel 2020 i sovrani hanno dato al loro popolo un’altra bella notizia: la nascita del loro secondo figlio. E ora i piccoli, per la prima volta, hanno accompagnato la mamma regina in un viaggio ufficiale.

VanityFair.it

Torna in alto