Maneskin: Damiano David non esclude in futuro una carriera da solista

Damiano David ha affrontato l’argomento della possibilità di intraprendere una carriera solista durante un’intervista al The Allison Hagendorf Show. Rispondendo alla domanda sulla prospettiva di una carriera da solista, ha detto: “Perché no? Penso che potrebbe essere una cosa molto salutare e molto distruttiva.”

Le sue parole suggeriscono una mentalità aperta sulla questione, indicando che la possibilità di un percorso artistico autonomo al di fuori dei Maneskin non è da escludere. La dicitura “molto salutare e molto distruttiva” può essere interpretata in vari modi, forse indicando che una carriera solista potrebbe portare nuove opportunità e sfide, sia positivamente che negativamente.

Damiano David, il frontman dei Maneskin, ha aperto alla possibilità di un futuro progetto solista, ma ha sottolineato l’importanza del rispetto nei confronti della band e dei suoi membri. Durante la sua partecipazione al video del nuovo brano della cantante brasiliana Anitta, intitolato “Mil Veces”, ha affrontato l’argomento, dichiarando: “Se mai avessi la possibilità di lavorare a un progetto solista, dovrò tenere a mente che sarà possibile grazie a tutto quello che ho fatto con la band. Questa è la mia base. È da lì che vengo. È lì che mi sono sviluppato come artista.”

Damiano ha anche evidenziato l‘importanza del supporto reciproco tra i membri della band, sottolineando che la dinamica di gruppo è stata fondamentale per il loro successo e ha concluso dicendo: “Quindi questa è una dinamica che mi spaventa davvero, a pensarci, perché se un giorno dovessi avere un progetto solista, sarò solo; dipenderà tutto da me”.

Damiano David dei Maneskin ha espresso l’idea che ogni artista debba sperimentare con se stesso e intraprendere un percorso solista per esplorare la propria identità artistica. Damiano ha spiegato: “Vorrei che arrivassimo al punto in cui, per esempio per un anno, ognuno di noi portasse avanti un progetto da solista, così quando torneremmo insieme saremmo pieni di nuove idee e stimoli”.

Per Damiano una carriera solista è sinonimo del non stare fermi e valicare i propri confini : “Penso che per l’arte sia necessario provare sempre cose nuove: non bisogna mai, mai fermarsi nella propria zona di comfort. Quando qualcosa diventa troppo comodo, non è la sedia giusta. Devi sempre sfidare te stesso. Quindi stare da solo mi spaventa. Mettermi in quella situazione scomoda è l’unico modo in cui posso effettivamente crescere. E se cresco, anche la mia band può crescere. Se smetto di svilupparmi, la mia band smetterà di svilupparsi”.

Torna in alto