Il nome della rosa: arriva la serie tv (con Turturro e Everett)

A trentasei anni dalla sua pubblicazione, Il Nome della Rosa rivive in una serie tv in otto puntate prodotta da Rai Fiction. Protagonisti John Turturro, nei panni di Guglielmo di Baskerville, e Rupert Everett

Con oltre cinquanta milioni di copie vendute in tutto il mondo, Il nome della rosa è considerato una pietra miliare della letteratura italiana, un successo dall’eco internazionale che, a quasi quarant’anni dalla sua prima uscita, fa ancora discutere. A conferma del fenomeno, il film del 1986 diretto da Jean-Jacques Annaud con Sean Connery come protagonista e la serie tv prodotta da Rai Fiction e che apprezzeremo con molta probabilità nel 2018.
Il progetto sarà affidato a Giacomo Battiato, figlio di Franco e attivissimo in tv da più quarant’anni (suoi sono due capitoli della Piovra e i due episodi della fiction su Karol Wojtyla trasmessa su Canale 5), e a due interpreti d’eccezione: John Turturro, reduce dal successo della miniserie della HBO The Night Of, e Rupert Everett, l’ex attore prodigio della Hollywood degli anni Novanta e protagonista di successi come Il matrimonio del mio migliore amico e Ballando con uno sconosciuto. Turturro sarà Guglielmo di Baskerville, ruolo che fu di Connery nel film, ed Everett sarà l’inquisitore Bernardo (che trentuno anni fa era F. Murray Abraham). Ad arricchire il cast anche il tedesco Damien Hardung, che presterà il volto al giovane Adso da Melk.

Vanity Fair

Tag:, , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,