Luca Zingaretti lascia l’ospedale: “Torno a casa, grazie per le cure”

“Torno a casa. Grazie a tutti per le cure e per l’affetto. Una parte di me resta accanto a chi è ancora qui a lottare”. Con un’immagine postata su Instagram, che lo ritrae di spalle su un letto di ospedale, con le valigie accanto, Luca Zingaretti annuncia che sta per lasciare l’ospedale. L’attore è stato ricoverato una settimana allo Spallanzani di Roma per Covid. Proprio mentre si festeggiava il successo dell’ultimo episodio del suo Commissario Montalbano, Zingaretti si era ammalato di coronavirus e la settimana scorsa era stato costretto a ricorrere alle cure ospedaliere. È stato un record per Il metodo Catalanotti, andato in onda l’8 marzo e visto da oltre 9 milioni di spettatori. “È stato bello scoprire che eravamo come al solito, ma più del solito, in tantissimi” ha commentato il mattino dopo l’attore sui social. “Un risultato così significa ‘condivisione’. Significa ‘ritrovarsi’, significa un popolo che quando viene chiamato a raccolta risponde compatto, con amore. E di questi tempi non è tanto, è tutto. Oggi non vi voglio dire grazie, voglio solo dire ‘evviva’, gioire insieme a voi di questo senso di appartenenza e festeggiarlo perché siamo una sola cosa. E perché noi siamo quelli di Montalbano“. Poco prima aveva festeggiato anche il successo della serie Lolita Lobosco, interpretata dalla moglie Luisa Ranieri, chiamandola “la mia vicequestore preferita”. Luca Zingaretti attualmente è impegnato nelle riprese della nuova serie Sky Original Il re che lo vede protagonista, con la regia di Giuseppe Gagliardi, prodotta da Lorenzo Mieli e The Apartment con Wildside. Zingaretti interpreta Bruno Testori, direttore di un carcere di frontiera che esercita la sua personale idea di giustizia, il suo quarto grado di giudizio, al di sopra della legge dei tribunali e dei codici di procedura penale. Spietato con chi lo merita, e inaspettatamente misericordioso con altri, sempre seguendo i principi della propria distorta e oscura morale, dentro il carcere San Michele Testori è un sovrano assoluto. Le riprese, iniziate il primo marzo, andranno avanti fra Roma, Civitavecchia, Torino e Trieste. Nel cast della serie in otto episodi anche Isabella Ragonese nei panni di un’agente della polizia carceraria del San Michele, Anna Bonaiuto, che interpreta il pubblico ministero che indaga sulla rete di illeciti e connivenze che fanno capo a Testori, e Barbora Bobulova, che è l’ex moglie del personaggio interpretato da Zingaretti.

Repubblica.it

Tag:, , , ,