Emma Stone e Dave McCary, matrimonio rinviato (per colpa del coronavirus)

L’attrice premio Oscar e il comico del «Saturday Night Live», fidanzati dal 2017, dovevano dirsi «sì» a Los Angeles il prossimo weekend. Ma la paura del contagio ha fatto saltare il matrimonio. E una nuova data, per ora, non c’è

Questa immagine ha l'attributo alt vuoto; il nome del file è emma-stone-e-dave-mccary.jpg

Dovevano sposarsi a Los Angeles questo weekend. Era tutto pronto. Invece Emma Stone, 31 anni, e Dave McCary, 34, hanno dovuto posticipare le loro nozze. E il colpevole è lo stesso che ha fatto slittare il matrimonio giapponese di Katy Perry e Orlando Bloom: il coronavirus. Lo ha fatto sapere PageSix, precisando che l’attrice premio Oscar (per La La Land) e il comico del Saturday Night Live, essendo imprevedibile l’andamento della pandemia, non hanno fissato una nuova data.

Emma ha conosciuto Dave a fine 2016 negli studi del SNL, quando ha recitato nello sketch Wells for Boys, diretto da McCary. Però ha iniziato a frequentarlo solo nel novembre dell’anno dopo. Lo scorso dicembre ha accettato la sua proposta di nozze e poi ha postato su Instagram una rarissima foto col promesso sposo in cui brillava, in primo piano, l’anello di perla e diamanti.

L’attrice e il comico hanno vissuto la loro storia il più possibile lontano dai riflettori. Li abbiamo visti spesso insieme per le strade di New York o alle partite di fotball ma il debutto sul red carpet è avvenuto solo a gennaio del 2019, agli Screen Actors Guild Awards.

Prima di McCary, la Stone è stata legata all’attore Andrew Garfield, con cui ha recitato nel film Amazing Spider-Man: la storia, iniziata alla fine del 2011, è durata fino a ottobre del 2015. All’epoca Emma, giovanissima, non aveva alcuna intenzione di metter su famiglia. Ma poi col passare degli anni ha cambiato idea: «Quand’ero un’adolescente, dicevo sempre che non mi sarei mai sposata e non avrei avuto figli», aveva confidato a Elle l’anno scorso. «Invecchiando però ho realizzato che voglio davvero sposarmi e avere figli».

Parte del suo sogno stava per realizzarsi. Alle nozze mancavano solo pochi giorni. La location precisa era ancora segreta: per proteggere la propria privacy, la coppia non l’aveva rivelata nemmeno negli inviti spediti agli ospiti. Che avrebbero scoperto il punto esatto di Los Angeles dove li aspettavano gli sposi solo a un passo dal grande giorno. Il coronavirus, almeno per ora, ha mandato tutto all’aria.

Vanityfair.it

Tag:, , , , , , , ,