Netflix lancia l’abbonamento scontato, ma con la pubblicità

Il colosso dello streaming punta a nuovi clienti: la nuova offerta prevede spot di 15 o 30 secondi prima e durante le serie e i film

Netflix lancia l’abbonamento ‘scontato’ con la pubblicità. A partire dal 3 novembre, la piattaforma streaming lancia per la prima volta in 12 Paesi un’offerta commerciale che prevede gli spot.

In Italia la nuova proposta avrà un costo di 5,49 euro al mese e si affiancherà ai piani esistenti, chiamati ‘Base, Standard e Premium’ che sono privi di pubblicità. 

I Paesi di lancio sono Australia, Brasile, Canada, Corea, Francia, Germania, Giappone, Italia, Messico, Regno Unito, Spagna e Stati Uniti. 

“Siamo convinti che questo sarà in grado di fornire un prezzo e un piano per ogni fan di Netflix. Le interruzioni pubblicitarie avranno una durata di 15 o 30 secondi e saranno inserite prima e durante le serie e i film: la previsione è di interruzioni per 4-5 minuti in media in un’ora”, si legge nel comunicato.

Un “numero limitato” di film e programmi TV non sarà disponibile con il piano Base con pubblicità a causa delle restrizioni sulle licenze, “su cui stiamo lavorando”, hanno spiegato i dirigenti di Netflix. In questo modo il gruppo segue altre tv come Hulu, Disney+ e HBO Max che hanno opzioni più economiche con pubblicità.

La tv streaming era sempre stata contraria alla pubblicità nei propri programmi. Il cambio ad aprile dopo un calo di clienti nel primo trimestre e la previsione di ulteriori riduzioni. 

Netflix, che ha trasmesso grandi successi come “Stranger Things” e “Squid Game”, ha riportato 220,7 milioni di abbonati paganti a giugno, in calo di quasi 1,2 milioni da inizio anno. L’azienda stima così di incrementare i propri clienti di un milione nel terzo trimestre.

Quanto agli inserzionisti, “per aiutarli a raggiungere il pubblico giusto e garantire che le pubblicità siano più pertinenti per i consumatori offriremo ampie possibilità di targeting per paese e genere dei contenuti (azione, dramma, romantico, fantascienza…). Gli inserzionisti potranno anche evitare che le loro pubblicità appaiano su contenuti che potrebbero essere incoerenti con il loro brand (per esempio sesso, nudità o immagini violente)”, spiega Netflix, che sottolinea di “aver stretto partnership con Double Verify e Integral Ad Science per verificare la visibilità e la validità del traffico a partire dal 1° trimestre del 2023”.

“Base con pubblicità arriva a soli sei mesi dal primo annuncio di un piano con interruzioni pubblicitarie a un prezzo più economico. Tutto questo non sarebbe stato possibile senza il duro lavoro del nostro team e senza la straordinaria partnership con Microsoft. La transizione dalla TV lineare sta avvenendo a una velocità sempre maggiore e lo streaming ha ormai superato le trasmissioni via cavo e via etere negli Stati Uniti. Con Netflix a partire da 5,49 euro al mese, siamo certi di poter offrire un prezzo e un piano per tutti i fan. Anche se siamo ancora agli inizi, siamo soddisfatti dell’interesse finora riscontrato tra i consumatori e gli inserzionisti e non potremmo essere più entusiasti di ciò che ci aspetta. Sulla base di quanto impareremo da questa esperienza, prevediamo di estendere l’offerta ad altri paesi”, conclude il comunicato di Netflix.

Exit mobile version