Gomorra, la Stagione finale in TV: ripassa cosa è successo negli episodi della stagione 4

La più famosa e apprezzata tra le serie italiane nel mondo, nata da un’idea di Roberto Saviano e tratta dal suo omonimo romanzo edito da Mondadori, arriva per la prima volta in chiaro su TV8 con la quinta e ultima stagione in onda dal 14 novembre, ogni lunedì, alle ore 21.30. Nell’attesa, ripassa con noi la quarta con le recensioni di tutti gli episodi

Per la prima volta in chiaro su TV8 arriva la quinta e ultima stagione di Gomorra, l’atto conclusivo prodotto da Cattleya in collaborazione con Beta Film, in onda dal 14 novembre, ogni lunedì, alle ore 21.30. Nata da un’idea di Roberto Saviano e tratta dal suo omonimo romanzo edito da Mondadori, la più famosa e apprezzata tra le serie italiane nel mondo – nella classifica del New York Times al quinto posto fra le produzioni non americane più importanti del decennio 2010/2020 – è stata venduta in più di 190 territori, ricevendo ovunque un’accoglienza entusiastica da parte di pubblico e critica, ottenendo numerosissimi premi e contribuendo in maniera decisiva a ridefinire gli standard della serialità italiana.

I dieci nuovi episodi di Gomorra – Stagione finale, girati fra Napoli, Riga e Roma, sono scritti dagli head writer Leonardo Fasoli Maddalena Ravagli, che firmano anche il soggetto di serie con Roberto Saviano. Completano il team di scrittura Valerio Cilio e Gianluca Leoncini. I primi 5 episodi e il nono sono diretti da Marco D’Amore, già regista di due episodi di Gomorra 4 e del film L’Immortale, grande successo targato Cattleya e Vision Distribution che fa da ponte narrativo fra la quarta e la quinta stagione, mentre gli episodi 6, 7, 8 e 10 sono diretti da Claudio Cupellini, al timone fin dagli esordi della serie. Entrambi sono anche supervisori artistici. Alla colonna sonora anche di questi ultimi dieci episodi i Mokadelic. Nell’attesa, di seguito il ripasso della quarta stagione.

GOMORRA – LA SERIE, STAGIONE QUATTRO: LA TRAMA

La quarta stagione di Gomorra – La Serie vede l’ascesa di Patrizia alla guida dei clan di Secondigliano e il tentativo di Genny di uscire dal giro per ripulire i propri affari trasformandosi in imprenditore visionario, con l’ambizioso progetto di dotare Napoli di un secondo aeroporto. L’erede della famiglia Savastano, però, non riesce a disfarsi del suo passato e sebbene abbia deciso di cedere alla sua luogotenente il dominio sul quartiere storicamente controllato dalla sua famiglia, è costretto più volte a tornare a occuparsi delle questioni della malavita campana. Dopo aver combattuto e vinto una faida con i Levante, Genny è costretto a correre ai ripari per l’arresto di Patrizia. Avendo paura che la sua alleata numero uno possa parlare di lui col magistrato Ruggieri, padre di un compagno di classe di suo figlio, che l’ha messo nel mirino, Genny la fatta prima fuggire col compagno Michelangelo, poi la uccide non fidandosi più di lei. Dopodiché si ritira in latitanza in un bunker.

GLI EPISODI DELLA QUARTA STAGIONE DI GOMORRA

Episodio 1

Dopo la morte di Ciro, Genny deve guardarsi le spalle dai Capaccio e decide di contrattaccare. Si reca con Patrizia a Villa Literno, da Gerlando, suo zio materno acquisito (la moglie è cugina di Donna Imma) e capo della famiglia Levante. Gerlando accoglie la richiesta del nipote e organizza un attentato contro ‘O Crezi, facendo esplodere un’auto fuori da un centro scommesse in cui lui si era recato. L’attentato provoca diverse morti e il ferimento di ‘O Crezi convincendo i Capaccio a firmare l’accordo di pace. In occasione della riunione tra clan, Genny cede il suo potere su Secondigliano a Patrizia e si ritira, dedicandosi all’attività di imprenditore.

Episodio 2 

A un anno di distanza dalla riunione tra i clan, Genny ha avviato il suo progetto imprenditoriale per la costruzione del secondo aeroporto di Napoli. In questo si fa affiancare da un imprenditore, Alberto, e dalla sua assistente, Tiziana. Genny acquista tutti i terreni prima di rendere noto il suo progetto, pagandoli a prezzi stracciati, ma trova resistenza in un solo proprietario. Genny gli offre 300 mila euro e la promessa di far ricevere alla moglie il trapianto al fegato di cui ha bisogno per guarire dal tumore, Alberto però la vede in modo diverso e preferisce l’intimidazione, manda un suo sicario a picchiare violentemente l’uomo che dunque cambia di nuovo idea. Genny avverte Alberto che a comandare è lui facendogli spedire un pacco con dentro le mani del sicario, poi, scoperto che il terreno è pieno di rifiuti tossici e che questi sono la probabilissima causa della malattia della moglie dell’uomo, torna con un’offerta decisamente meno generosa della precedente e la minaccia di rivelare tutto alla consorte del proprietario dei terreni, che quindi cede.

Episodio 3 

Patrizia è alle prese con le incombenze di leader. Prima punisce due ragazzini di Secondigliano che compiono una rapina in un bordello, poi li assolda. Successivamente si reca a Bologna, dove incontra Michelangelo Levante e tra i due nasce una relazione sentimentale. Infine torna ad avere problemi coi due ragazzini, ormai diventati suoi sottoposti. Questi, infatti, hanno rubato della droga a un uomo di Sangue Blu, per poterla usare in discoteca in compagnia di alcune ragazze. Patrizia è costretta a uccidergli per preservare la pace con Enzo.

Episodio 4 

Genny e Alberto vanno a Londra per concludere l’acquisizione della Wimpro, una società indispensabile per finalizzare il progetto dell’aeroporto e che essendo in crisi è costretta a vendere la maggioranza delle proprie quote. Per concludere l’affare utilizzano delle statue sacre interamente realizzate in oro ma coperte da una vernice che ne maschera il valore. Ad aiutarli nell’affare sono Leena, amica inglese di Alberto, e il suo socio Patrick. I due, però, hanno messo in piedi una truffa. Gennaro la scopre, minaccia Leena, fa uccidere Patrick da Gaetano e si riprende il maltolto. Successivamente lo stesso Gaetano uccide Leena investendola con la macchina.

Episodio 5 

Michelangelo decide di presentare ufficialmente Patrizia alla sua famiglia, che però disapprova l’unione. Nel frattempo un grosso carico di droga destinato all’Alleanza viene sequestrato dalla polizia. Patrizia si offre di ripagare delle perdite tutti i clan affiliati mettendo a disposizione un altro carico. I Capaccio però chiedono il denaro indietro subito e Patrizia è costretta a chiedere un prestito a Genny, che acconsente nonostante Azzurra non sia d’accordo. Michelangelo torna a Secondigliano da Patrizia e la convince a proseguire la loro relazione schierandosi apertamente contro la famiglia Levante.

Episodio 6 

Nicola vuole scoprire chi c’è dietro il sequestro del carico di droga. Indagando scopre che una buona parte della merce è tornata sulle piazze di spaccio, a disposizione di un gruppo di malavitosi africani. Si reca dunque da Enzo e lo rende partecipe delle sue intenzioni ma Enzo si dice non interessato. Valerio, però, lo è, e aiuta Nicola, che si presenta all’appuntamento con gli africani e finisce dentro un agguato organizzato dai Levante. Questi intimano a Nicola di uccidere Patrizia, altrimenti saranno loro a far del male alla sua famiglia. Michelangelo però scopre del piano dalla sorella Grazia, si reca con Nicola dai fratelli e poi lo uccide per evitare che possa rivelare tutto a Patrizia. Quindi annuncia al padre che la compagna è incinta.

Episodio 7 

Valerio sospetta che dietro il sequestro della droga ci siano i Capaccio, quindi chiede loro un incontro e prosegue le sue indagini all’insaputa di Enzo. Temendo per la propria vita, Valerio consegna al padre, che non vede da un anno, una lettera da dare a Enzo. Poi si presenta a un incontro con ‘O Crezi e qui viene tradito e ucciso da ‘A Golia che svela il suo piano ai Capaccio. Lo stesso ‘A Golia racconta a Enzo di aver ucciso Valerio perché quest’ultimo voleva prendere il controllo di Forcella. Il corpo di ‘O Vacabulario viene lasciato dentro il bagagliaio di un’auto davanti a casa del padre.

Episodio 8 

Il ritrovamento di un gruppo di scheletri nel cantiere del parcheggio dell’aeroporto blocca il progetto di Genny. Intanto il magistrato Ruggieri, padre di un compagno d’asilo di Pietrino, comincia a volerci vedere chiaro sugli affari che Genny sta conducendo, indaga Alberto Resta e prova a convincerlo a rivelare il nome del reale finanziatore del progetto aeroporto. Tiziana rivela a Gennaro degli interrogatori di Alberto, dicendogli che questi non ha fatto il suo nome, ma Genny non si fida e uccide Alberto. Nel frattempo, Patrizia e Michelangelo si sposano, a condurre Patrizia all’altare è Genny, che le regala ufficialmente il suo regno su Secondigliano.

Episodio 9 

Enzo è nel bel mezzo di una faida con i Capaccio per il controllo di Forcella e sembra destinato alla sconfitta quando riceve la visita del padre di Valerio, che gli consegna la lettera lasciata dal figlio. Sangue Blu viene dunque a conoscenza delle trame per tradirlo e organizza un falso incontro con ‘O Crezi. Questi è convinto di aver preso in trappola Enzo, ma gli uomini di Sangue Blu sono presenti sul luogo, uccidono quelli dei Capaccio e il traditore ‘A Golia, e catturano ‘O Crezi. Enzo tortura l’avversario per conoscere il nome di chi c’è dietro il tentativo di far saltare l’Alleanza, questi capitola davanti a Patrizia rivelando che sono i Levante: vogliono prendersi Secondigliano. Enzo uccide ‘O Crezi.

Episodio 10 

Mentre Patrizia deve decidere come rispondere al tradimento dei Levante, Enzo, braccato da ‘O Diplomato, si rifugia in un appartamento di Secondigliano. Patrizia rivela a Michelangelo di volersi ritirare dagli affari per dedicarsi a fare la madre a tempo pieno, cedendo il controllo di Secondigliano al marito con grande soddisfazione di Gerlando. Poi Michelangelo consegna al padre un biglietto col nascondiglio di Enzo, ma quando Francesco e Saro vi si recano scoprono di essere caduti in una trappola in cui perdono i propri uomini, riuscendo però a fuggire. Nel frattempo Genny sta organizzando il suo ritorno sulla scena.

Episodio 11 

L’agguato fallito ai Levante lascia fratture tra Michelangelo e la sua famiglia e tra Patrizia ed Enzo. Gerlando però non ha rinunciato al suo intento di far fuori la nuora. Michelangelo teme per la sorte della moglie e sapendo dell’arrivo di un carico di droga si offre di recarsi al suo posto a ritirarlo. Lei però rifiuta. I Levante piazzando dei carichi esplosivi intorno al luogo della consegna, ma l’intervento della polizia fa saltare l’attentato. Patrizia, però, finisce in manette e solo più tardi scoprirà che la soffiata alle forze dell’ordine è partita proprio da Michelangelo, che le ha così salvato la vita. Genny viene a sapere dell’arresto di Patrizia, Azzurra teme che lei possa fare il nome del marito al magistrato Ruggieri, ma lui si fida ancora di lei e la sostiene. Patrizia riesce a sfuggire a un attentato in carcere che ha come mandante la moglie di Gerlando.

Episodio 12

Patrizia decide di collaborare con la giustizia ed entra nel programma di protezione testimoni. Nei suoi colloqui con Ruggieri confessa i suoi crimini ma non fa mai il nome di Gennaro. Genny, però, è preoccupato e fa di tutto per liberarla. Chiede prima aiuto allo zio Gerlando, che rifiuta, poi a ‘O Maestrale, che glielo concede e a Elia Capaccio, al quale promette di rivelare il nascondiglio di Enzo. Michelangelo decide di schierarsi con la moglie nella guerra intrapresa dalla sua stessa famiglia, diventa collaboratore e raggiunge Patrizia nel rifugio. Gennaro scopre dove si trovano e organizza la fuga. I due vengono portati in aeroporto. Michelangelo sale in aereo, Patrizia si ferma sulla pista a parlare con Gennaro. Il rapporto di fiducia tra i due, però, si è rotto, così, mentre il portavoce di ‘O Maestrale uccide Michelangelo sull’aereo, Gennaro fa altrettanto con Patrizia. Quindi si ritira in latitanza in un bunker.

Exit mobile version