Maneskin, Damiano ed Ethan (biondissimi) posano come le gemelle Olsen

Agli MTV VMA 2023, i Maneskin hanno vinto nella categoria Best Rock con The Loneliest. Durante la serata, Damiano ed Ethan hanno stupito col loro look biondo platino (una novità più per il batterista che per il frontman, per la verità) e con il loro… bacio! I due hanno infatti ricreato il bacio tra Madonna e Britney Spears, nella stessa location e nella stessa occasione in cui vent’anni fa è avvenuto. Ora, su Instagram, i due hanno riportato in vita un’altra scena celebre. Protagoniste, questa volta, le gemelle Olsen.

Damiano ed Ethan come Mary-Kate e Ashley Olsen

Asciugamano, accappatoio, boots con il tacco: Damiano ed Ethan non sono certo passati inosservati per le vie di New York. La loro inusuale passeggiata, postata sul profilo Instagram del gruppo, aveva un obiettivo: promuovere la nuova linea di merchandising. La citazione, come da loro stessi confermato nella didascalia, è al film Una pazza giornata a New York (New York Minute) del 2004, in cui Mary-Kate e Ashley Olsen interpretano due gemelle dalla personalità opposta, alle prese con diverse (dis)avventure a New York. Esattamente come le due ragazze, la metà dei Maneskin ha camminato per le vie della Grande Mela in accappatoio bianco. L’unica differenza? Le zeppe, simbolo del loro animo rock. E l’attitudine glamour. Nelle storie, posando davanti a un tipo food truck newyorchese, i biondissimi artisti hanno poi dato appuntamento alle 11.30 di venerdì 15 settembre: a quell’ora, i fan di New York potranno ritirare il merchandising gratis recandosi all’Hard Rock Hotel.

Il giudizio del New York Times

“Is Maneskin the Last Rock Band?” è il titolo dell’articolo che Dan Brooks ha scritto sul New York Times. Ripercorrendo l’ultimo tour della band romana, Brooks ha parlato della fama di Damiano e compagni. “I Maneskin piacciono perché sono l’espressione momentanea di un tipo di musica che un’intera fascia di popolazione conosce solo da Spotify” scrive. Per i giovanissimi, o almeno per molti di loro, la musica rock è un artefatto da ascoltare in streaming, tutto insieme, sebbene nel mezzo delle canzoni ci passino dei decenni. I Maneskin hanno dunque un merito: aver portato il rock a chi non ha vissuto gli anni d’oro del genere. Ma se il rock avesse già esalato il suo ultimo respiro (il primo posto nella Billboard è fermo al 2001, con How You Remind Me dei Nickelback)? Questa la domanda, inquietante, con cui l’articolo si chiede.

Torna in alto