Brumotti pubblica un libro sulla droga e pensa a reportage su favelas

Mentre il suo libro sulla droga e la mafia sarà pubblicato entro la fine dell’anno, il ciclista e inviato di “Striscia la notizia” Vittorio Brumotti pensa a un altro progetto: realizzare un grande reportage in giro per il mondo sulle favelas, il Canada, il Bronx sempre a bordo della sua bike. Il campione, protagonista di un ritratto che porta la firma di Tom Vanderbilt su Outsideonline, non si è fermato neanche durante il lockdown e ha denunciato lo spaccio di droga.
Il “vendicatore” a due ruote ha continuato a raccontare al pubblico i mali sociali con il suo “100% Brumotti”.
Negli ultimi anni, “questo Batman in bicicletta ha un nuovo obiettivo: la criminalità organizzata – scrive Vanderbilt – Qualche mese dopo, con il coronavirus in pieno svolgimento, sono sorpreso di vedere nuovi segmenti ‘100% Brumotti’ apparire su Striscia”.
“Eccolo lì, sulla sua bicicletta, a inseguire – e a essere inseguito – da spacciatori – si legge su Outsideonline – Approvato come ‘lavoratore essenziale’, Brumotti ha anche un pass che gli consente la libera circolazione in tutto il paese, ma senza una troupe televisiva. Sta percorrendo le strade quasi vuote da solo, equipaggiato con quattro GoPro”.
Chiedo, il più diplomaticamente possibile, se il traffico di droga sia davvero il problema più grande dell’Italia in questo momento. ‘Le droghe in questo momento non sono il problema’, dice. ‘Il problema sono 25 ragazzi insieme’”.

ITALPRESS

Tag:, , ,