Milano Moda Uomo: un messaggio forte dalle sfilate e chi ci sarà

Da venerdì 17 a martedì 21 giugno, riflettori puntati sulle collezioni maschili per la primavera estate 2023. Ma non solo

“Stiamo vivendo un momento di difficoltà dovuto alla guerra e alla pandemia che sta colpendo nuovamente la Cina. È importante che la moda continui a dare un messaggio di positività e speranza“. Così il presidente della Camera nazionale della moda italiana Carlo Capasa ha presentato il calendario di Milano Moda Uomo, in città da venerdì 17 a martedì 21 giugno, dedicata alle collezioni maschili per la primavera estate 2023. Tra grandi ritorni e debutti, in calendario ci sono 25 sfilate, 24 presentazioni, appuntamenti ed eventi, per un totale di 66 iniziative di cui 61 (finalmente) in presenza.
GRANDI RITORNI E NOVITÀ– Apre Kiton, si chiude con uno show di Zegna nell’omonima Oasi in Piemonte, la sera del 20 giugno, una sorta di “manifesto green“. La giornata seguente è poi dedicata ai contenuti digitali. Tra i ritorni da segnalare, sicuramente quello di Moschino con la sua linea uomo e Versace. Anche Gucci rientra nel calendario uomo con una presentazione, dopo la sfilata evento a Castel del Monte. Diversi i brand e i designer che sfilano per la prima volta, come JW Anderson e il brand italiano Family First. Riflettori puntati, inoltre, sui designer internazionali, come l’indiano Dhruv Kapoor. Attenzione anche alla promozione di giovani talenti. “La moda è l’apripista per valori come inclusione, sostenibilità e parità di genere e vogliamo continuare a esserlo per temi sociali importanti”, ha spiegato ancora Carlo Capasa. Come con il progetto Fashion Deserves the World, grazie al quale otto tra rifugiati e migranti hanno trovato occupazione nelle aziende di settore. Anche per questa edizione, la Milano Fashion Week Men’s Collection si può seguire sulla piattaforma milanofashionweek.cameramoda.it.

Tag:, , , , , , , , ,

Exit mobile version