Mahmood, canta Imagine alla finalissima dell’Eurovision Song Contest

Mahmood ha portato all’Eurovision Song Contest una versione rivisitata di Imagine, il grande classico di John Lennon. Una sfida che la Liverpool Arena ha accolto nel silenzio più totale per poi esplodere in un boato nel finale. Un’interpretazione intensa, rispettosa, originale.

L’artista, alla sua terza presenza all’Eurovision dopo aver rappresentato l’Italia a Tel Aviv 2019 arrivando secondo con Soldi a Torino lo scorso anno insieme a Blanco con un sesto posto grazie a Brividi, è il primo italiano ad essere invitato come ospite fuori concorso in un’edizione all’estero.

Mahmood, con il suo caratteristico modo di cantare, accompagnato dalla BBC Philarmonic Orchestra, ha aperto un’esibizione corale chiamata The Liverpool Songbook (il canzoniere di Liverpool), durate la quale alcuni artisti che sono stati protagonisti nelle edizioni passate hanno ripercorso la storia della musica della città.

L’esibizione raccolta, toccante, del cantautore di Milano: primo italiano a essere invitato come ospite fuori concorso all’Eurovision Song Contest 2023

Emozionato, su un palco internazionale già conosciuto a Tel Aviv e a Torino, Mahmood torna all’Eurovision Song Contest, come ospite. Canta “Imagine”, un inno alla pace: il brano iconico di John Lennon. E lo fa a modo suo, con la sua voce: unica. Come in una bolla, l’esibizione è volutamente rispettosa, accompagnata dalla BBC Philharmonic orchestra. Inizia e finisce nello stesso modo, a cambiare è la risposta del pubblico che dal religioso silenzio si scatena in un boato di acclamazione.

Torna in alto