IN 160MILA IN PIAZZA, ROMA TORNA CAPITALE DELLA MUSICA

“Con le presenze di oggi crediamo di superare le 160mila persone complessive, quindi una media di 40mila persone a serata. Settantotto artisti, tutti i musicisti del momento, quelli che fanno il tutto esaurito al San Paolo, all’Olimpico, a San Siro. L’obiettivo raggiunto è che Roma è tornata ad essere la capitale degli spettacoli musicali”. Questo è il bilancio di Alessandro Onorato, assessore alla Cultura e al Turismo di Roma Capitale, che, alla luce dei dati, fa un’analisi del grande successo di ‘Tim Summer Hits‘ alla vigilia dell’ultima serata del grande evento a Piazza del Popolo dall’11 al 14 giugno, che ha registrato il pienone ogni giorno.

Geolier, Annalisa, Antonello Venditti, Arisa, Ermal Meta, Fedez, Gazzelle, Gianna Nannini, Gigi D’Alessio, Angelina Mango, Il Tre, Mahmood, The Kolors, sono solo alcuni dei cantanti che hanno calcato il palco della celebre piazza romana. “Il nostro obiettivo -spiega Onorato- era di permettere a tutti di poter vivere i grandi eventi musicali, considerando che i biglietti per i concerti costano ottanta, novanta euro e oltre. È il terzo anno che lo organizziamo, ma la differenza sostanziale è che mentre negli anni precedenti era un festival itinerante in Italia, quest’anno si è tenuto esclusivamente a Roma“. Questo, osserva l’assessore capitolino, “dimostra la centralità della città, e per la prima volta andrà in onda su Rai1 con un grande ritorno d’immagine”. Oltre a ciò, “è stato un grande volano per il turismo, con migliaia di persone arrivate a Roma solo per assistere a questi concerti”.

Il successo della manifestazione non ha sorpreso Onorato. “Ero convinto che sarebbe stato un risultato eccezionale -ammette- Abbiamo investito in una grande campagna di comunicazione, per garantire che Piazza del Popolo fosse a disposizione dell’evento. Inoltre, gli artisti erano una garanzia di successo. Non solo per la generazione Zeta, c’erano anche Raf, Loredana Bertè e i Pooh“. Lei è andato a ballare? “Sì, anche se con scarsi risultati -scherza l’assessore- Una serata ho portato anche le mie figlie e mia moglie”. Che piazza ha visto? “Sicura, allegra, festosa. Piena, dai bambini ai settantenni. Credo nelle piazze piene, è la vocazione di una città come Roma“.

Torna in alto