L’Orchestra della Rai al Teatro alla Scala per Milano Musica

Con il violinista Vadim Repin in due prime italiane di Sofia Gubajdulina e Arvo Pärt

L’Orchestra Sinfonica Nazionale della Rai torna al Teatro alla Scala di Milano in occasione della 31esima edizione del Festival Milano Musica, intitolata “Suoni d’ombra”. Il concerto, diretto da Pedro Amaral, è in programma lunedì 16 maggio alle 20. Solista il violinista Vadim Repin, che lo dedica alla pace, ai valori democratici di umanità, fratellanza e solidarietà tra i popoli e che generosamente lo dona a Milano Musica per la commissione di nuove opere.


In programma la prima esecuzione italiana di Dialog: Ich und Du (Dialogo: io e te), concerto per violino e orchestra n. 3 di Sofija Gubajdulina, composto su commissione del Trans-Siberian Art Festival per lo stesso Repin. L’essenza del brano è ben riassunta dalle parole della compositrice «Mentre compongo non prego, ma parlo con Dio».

Segue un’altra prima per l’Italia: quella della nuova versione de La Sindone per violino e orchestra di Arvo Pärt, sempre commissionata dal Trans-Siberian Art Festival, che rievoca la deposizione e resurrezione di Cristo.

Conclude la serata l’ultimo lavoro sinfonico di Dmitrij Šostakóvič: la Sinfonia n. 15 in la maggiore op. 141, nota per le citazioni di celebri composizioni di Rossini e Wagner, scritta nel 1971 ed eseguita nella Sala grande del Conservatorio di Mosca nel 1972.
Il concerto è preceduto da una conversazione con Franco Pulcini alle ore 19 nel ridotto dei palchi “Arturo Toscanini” alla Scala.

Tag:, , ,