Barra delle Notizie

Harry non vuole che Meghan soffra come Lady D (ecco il perché del trasloco)

Non ci sono solo le tensioni in famiglia dietro il trasferimento dei duchi di Sussex a Windsor.

Secondo una corrispondente reale, il principe «si sente in colpa per non aver potuto proteggere la mamma dalle dinamiche di corte e dai paparazzi. E per espiare è diventato iperprotettivo nei confronti della moglie. Tanto che non tollera alcuna critica nei suoi confronti»
La notizia del trasloco di Harry e Meghan da Kensingtone Palace al Windsor Castle ha scatenato le voci di una faida tra la coppia e William e Kate: i Fab Four, come la stampa chiama i quattro royals più amati, sarebbero ai ferri corti. La verità, però, secondo la corrispondente reale Emily Andrews, è più complessa. Harry non vuole che Meghan soffra come Lady D. È «ossessionato» dal desiderio di evitare che la moglie soffra le pressioni di stampa e palazzo subite dalla mamma. La fuga in campagna è una strategia per tenere lontana Meghan (e il bebè in arrivo) non solo dalla «bolla di cristallo della vita reale», da parenti troppo oppressivi, ma soprattutto dall’invadenza dei media.

La principessa Diana, morta nel 1997 dopo essere stata inseguita dai paparazzi, è stata notoriamente perseguitata dalla stampa per tutta la sua vita. E Harry è disposto a tutto pur di evitare che Meghan si trovi nella stessa situazione. D’altronde il nipote di Elisabetta II, nel giugno 2017, aveva confessato a The Telegraph che dopo la morte di lady D aveva vissuto un periodo di «caos totale: «Mettevo la testa sotto la sabbia, mi rifiutavo di pensare a mia madre, perché, mi dicevo, “questo mi renderà solo triste, non la porterà indietro”. Solo all’età di 28 anni ho deciso di affrontare il dolore con l’aiuto di un professionista».

Dietro la sua ansia di proteggere la moglie da tutto e tutti, c’è dunque il passato che riaffiora. La tensione tra fratelli (e rispettive consorti) sarebbe solo la punta dell’iceberg. Harry è un marito «iperprotettivo» che «non sopporta alcuna critica a Meghan», dice Andrews. «Non ha potuto proteggere sua madre, ora fa tutto il possibile per proteggere sua moglie. È il suo modo di espiare il suo senso di colpa. Ed è talmente sensibile che spesso vede critiche a Meghan anche dove non ci sono». Il conflitto tra i duchi di Sussex e Cambridge deriverebbe proprio dall’incapacità di Harry di accettare giudizi negativi nei confronti di sua moglie. Peccato di cui si sarebbero macchiati sia William che Kate Middleton.In passato, per difendere l’ex attrice, Harry si è già scontrato con suo fratello: è successo quando William, dopo il primo incontro con Meghan, ha espresso delle riserve sulla futura cognata. La stessa cosa è capitata quando altri membri della famiglia «hanno mostrato qualche preoccupazione» all’inizio della relazione dei due. Harry «ha sempre difeso Meghan con forza. La ama davvero». E nel 2019 la porterà lontano da Kensington Palace. Ma a Natale, che gli piaccia o no, i duchi di Sussex si ritroveranno a scartare i regali, nella tenuta di Sandringham, con tutti i parenti reali.

Roberta Mercuri, Vanity Fair

Tag:, , , , , , , , , ,

Exit mobile version