Il pm spegne il segnale delle tv private di Verona: le antenne erano abusive

Erano state installate abusivamente negli anni Ottanta sulle Torricelle, le colline della città. La procura ne ha disposto lo spegnimento e il sequestro dopo l’ultima denuncia di Report

Blackout. E all’improvviso nessun segnale. Il caso delle antenne abusive delle Torricelle, dopo anni, arriva a una svolta. Su disposizione della procura scaligera, con un provvedimento firmato dal pm Gennaro Ottaviano, mercoledì 13 dicembre la Guardia di Finanza ha sequestrato le antenne. E i tecnici di Agsm-megareti hanno tolto la corrente. Nessun segnale per le emittenti tv e radio private collegate. Si sono spente così alcune tra le più importanti televisioni di Verona come Telearena, di proprietà del gruppo Athesis, Telenuovo e Telepace, che da anni trasmettono dalle Torricelle, senza l’autorizzazione del demanio proprietario del monumento.

La vicenda

Si tratta di una vicenda trascinata da anni, per la quale si sono battuti Legambiente e i residenti costituiti in un comitato sostenuto dagli avvocati Vincenzo Todesco e Luca Tirapelle. Sulla vicenda aveva acceso i riflettori anche la trasmissione Report della Rai. Mancato rispetto di vincoli monumentali e paesaggistici che ha portato la procura a ordinare il sequestro. Le antenne erano state installate negli anni Ottanta sulla torretta massimiliana di salita Santa Giuliana e la soprintendenza a marzo aveva già ordinato il “ripristino dei luoghi”. Stessa sorte anche per le antenne appoggiate al vicino traliccio.

Enrico Prescazzi, Corriere del Veneto (Corriere della Sera)

Tag:, , , , , , , , , ,