EURO 2016 FA STRAVINCERE RAI1 TIENE CANALE 5, SCIARELLI LA SORPRESA

Il calcio la fa da padrone. Le reti generaliste viaggiano tutte attorno (o sotto) il 5%, con la sola eccezione di Canale 5. Ma «Chi l’ha visto?» resiste a qualunque avvenimento

TV: RAI 3; CHI L'HA VISTOChi resiste alla forza del grande calcio live in chiaro? Pochi, pochissimi programmi che hanno continuato ad andare in onda anche con l’inizio dell’estate, o che sono stati lanciati proprio in questo periodo. Euro 2016 dalla Francia è un ciclone che s’è abbattuto sui palinsesti e ha portato molto bene ai bilanci Auditel di Rai1: solo nell’ultima settimana la prima rete pubblica ha raccolto una media in prime time di oltre il 23%, mentre se si considera anche la sconfitta dell’Italia con la Germania (oltre 16 milioni e mezzo di spettatori, due su tre fra gli italiani col televisore acceso) la media complessiva tocca il 30%.
Il resto della programmazione fatica e le reti generaliste viaggiano tutte attorno (o sotto) il 5%, con la sola eccezione di Canale 5. Tiene (nella serata di pausa calcistica su Rai1) il Coca Cola Summer Festival (3.144.000 spettatori, 18,3% di share), proprio su Canale 5, e riparte discretamente «Temptation Island» (2.648.000 spettatori, 13,6% di share). In casa Rai, invece, il miglior programma, che tiene tutti i suoi spettatori (nonostante Portogallo-Galles in contemporanea) è «Chi l’ha visto?», che mercoledì 6 raccoglie 2.205.000 spettatori per una share del 12,23%. La trasmissione della Sciarelli è un perfetto caso di contro-programmazione, un programma che resiste a qualunque avvenimento: quasi il 16% di share sul pubblico femminile, con un picco (quasi 20%) sugli spettatori più anziani. Un appuntamento così consolidato, quello del mercoledì sera, da non subire alcun calo dovuto agli Europei. Nel complesso le partite trasmesse in chiaro da Rai1, in diversi orari, sono state seguite, nel corso di un mese (dal 10 di giugno ad oggi), da oltre il 30% del pubblico televisivo, cui vanno aggiunti gli spettatori pay sulla piattaforma Sky.
In collaborazione con Massimo Scaglioni, elaborazione Geca Italia su dati Auditel

Corriere della Sera

Scroll to Top