Isola dei Famosi: possibile chiusura parla Ilary Blasi

Ilary Blasi a ruota libera. L’Isola dei Famosi sta volgendo al termine ed è tempo di bilanci. Intervistata da Tv Sorrisi e Canzoni la conduttrice romana ha fatto il punto sull’esperienza di quest’anno, parlando del rapporto con gli opinionisti Enrico Papi e Vladimir Luxuria, dell’intesa con l’amico Alvin e di alcuni episodi particolari accaduti nel reality. Inoltre ha risposto alla domanda relativa al futuro della trasmissione (voci dicono che Mediaset chiuderà lo show il prossimo anno).

Pronti via, l‘ex moglie di Totti ha spiegato che il primo anno che ha timonato L’Isola non è stato facile in quanto la sentiva come un programma del tutto suo: “Era una cosa molto diversa da ciò che facevo prima. Ora invece mi appartiene di più e il gruppo di lavoro è diventato una grande famiglia“. Quindi è entrata più nel dettaglio, raccontando in che modo adesso sente lo show cucito su di lei:

“Ho notato che rispetto al primo anno c’è una differenza: quando presenti un programma del genere sei talmente piena di cose da ricordare che non riesci a capire bene le dinamiche del gioco. Non è come stare sul divano a guardare la tv. Adesso mi ricordo chi ha votato chi, anche se a volte mi perdo e faccio i miei strafalcioni, eh, ma fa parte della vita! Partecipo allo show quasi come fossi uno spettatore. Significa che mi sento a casa”.

“Con Alvin litigo, ma rispetto totale”
Capitolo Alvin: con l’inviato, oltre che a condividere un bel legame professionale, ha intrecciato un rapporto di amicizia solido al di fuori del mondo televisivo. Per questo può permettersi di pungolarlo anche in diretta. Sa che dall’altra parte c’è una persona con cui c’è feeling e che quindi si può scherzare come fanno due amici al bar:

“Ci conosciamo da tanti anni. Siamo sempre stati amici e abbiamo una confidenza tale che ci mandiamo a quel paese senza problemi. Infatti all’inizio si pensava che litigassimo davvero (a volte lo facciamo), ma c’è stima e rispetto, ci vogliamo bene. Posso permettermi di dirgli tutto, anche cose pesanti”.

Enrico Papi? “Mi divertono gli imprevisti”
Spazio al rapporto con gli opinionisti. Si è molto parlato di una sua presunta ‘allergia’ al modo di fare di Enrico Papi che, a tratti, è una scheggia impazzita in studio. In effetti il conduttore, in alcuni frangenti, scombussola la classica grammatica della conduzione, intervenendo anche senza essere chiamato in causa e prendendosi delle libertà inusuali per un’opinionista. Cosa ne pensa Ilary? A differenza di quello che molti credono, nulla di male, anzi pare sia divertita e interessata dal modus operandi del collega:

“A me divertono gli imprevisti. A me diverte che ognuno abbia il proprio carattere. Con le persone non ho difficoltà a socializzare, mi adatto alle situazioni e cerco di fare gruppo. Mi piace venire a lavoro, pure di lunedì! Enrico viene dal mondo del gossip e se accade qualcosa di inaspettato fatica a trattenersi, ma in modo divertente. Fossero quelli gli imprevisti! Enrico è una mina vagante, non sai mai cosa aspettarti, Vladi è “sul pezzo” in modo incredibile, ha la battuta arguta. Tiene le fila di tutto, conosce le dinamiche della storia”.

Ilary ‘glaciale’: così spesso è stata definita. Ma ci sarà qualcosa che la commuove, giusto? A tal proposito ha ricordato la sorpresa di Carlo Motta a Helena Prestes. Il giovane disse alla fidanzata che quando sarebbe tornata le avrebbe fatto tante coccole. Ecco, la Blasi non si commuove per queste cose:

“Come ho detto in studio, se uno mi avesse annunciato “torno e ti faccio tante coccole”… per carità! Scherzi a parte, mi commuovono i concorrenti che hanno problemi con i genitori, che non parlano da tempo con loro. L’Isola ti mette a nudo, pareggia i conti. E questo è sempre bello”.

In questi giorni si sta discutendo non poco del futuro del reality show. Secondo alcune indiscrezioni Mediaset potrebbe tagliarlo visti i numeri non entusiasmanti (si aggira attorno al 18% di share) e i costi non economici di produzione. Alla domanda se pensa già ad una quarta stagione, Ilary ha preferito non sbilanciarsi. La replica, però, non è stata positivissima, per usare un eufemismo: “Non ci penso, per due mesi non penso a niente. Ha visto come cambiano velocemente le cose nella vita? Meglio non fare progetti“.

Torna in alto